Home Ultime Notizie Analisi Bitcoin e criptovalute 1-8 maggio

Analisi Bitcoin e criptovalute 1-8 maggio

Il mondo delle criptovalute è in enorme fermento per l’imminente halving di Bitcoin: ormai il conto alla rovescia è vicino alla scadenza, e tutti i possessori di BTC non fanno che chiedersi se la ripercussione immediata sulla più famosa delle criptovalute sia un deprezzamento oppure un aumento. Ancora pochi giorni di pazienza e lo scopriremo!

Avevamo lasciato, la scorsa settimana, Bitcoin a quota 8700 dollari. Ora, finchè scriviamo questo articolo, BTC ha superato quota diecimila.

I report settimanali di Bitcoin, Ethereum e Ripple

La corsa di Bitcoin, almeno fino al bivio costituito dall’halving, sembra non avere fine: la variazione settimanale è pari al +16%, quella mensile, invece, è di un pauroso +36,97%.

In logico aumento anche il market cap, che ha appena sfondato i 180 miliardi di dollari (con 24 miliardi di $ investiti in Bitcoin negli ultimi sette giorni!). A voler fare una battuta, potremmo dire che a questo punto il “povero” Jeff Bezos non potrebbe più conquistare l'intero parco BTC!

Tutte le cripto sono in positivo, seguendo la strada tracciata da “mamma” Bitcoin. C’è da dire, ad onor del vero, che nessuna altcoin registra lontanamente le performance di BTC, e questo dovrebbe portare la cripto-community ad effettuare delle opportune riflessioni: il momento positivo è merito dell'halving? O della crisi Coronavirus? O è solo un momento di enorme speculazione?

In ogni caso, Ethereum registra un +3.08% per l’ultima settimana;  il dato interessante è però costituito dagli scambi di ETH negli ultimi sette giorni, dal momento che in media il controvalore degli Ethereum utilizzati è pari a 15 miliardi di dollari giornalieri. Potenza degli smart contract!

Quanto a Ripple, la terza criptovaluta più quotata regista un +3,46% settimanale, attestatosi a 0,218$ per moneta. Capitalizzazione simile a quella della scorsa settimana, con un controvalore di XMR totale vicino ai 9,5 miliardi di dollari.

Bitcoin 8 maggio
Credits: Coin360

Le altcoin di inizio maggio

Nell’ultima settimana, tra le monete che hanno riscosso maggior successo, segnaliamo Hyperion (la cui abbreviazione è HYN): cripto moneta basata su Ethereum, è passata dallo 0,3$ per moneta della scorsa settimana agli attuali 0,53$: aumento clamoroso del 76% in soli otto giorni.

Interessante l’impennata di FirstBlood (1ST), il cui aumento settimanale del 110% (oggi infatti vale 0,133$ contro gli 0,06$ di pochi giorni fa) è spiegabile abbastanza facilmente: questa cripto, infatti, è legata al mondo del gaming online; ogni volta che vi è qualche variazione significativa sui tanto gettonati giochi online (che, in periodo di quarantena, hanno grande successo), non può che generare aumenti sensibili a determinate criptovalute.

L’andamento globale dei mercati

Vi è ancora grande crisi nel settore petrolifero, col prezzo del greggio che continua a diminuire; gli indici del Nasdaq e dello S&P 500 sono sostanzialmente invariati rispetto alla scorsa settimana, e questo ci da il tempo e l’opportunità per fare un altro tipo di considerazione.

Se guardiamo ad un margine di tempo più ampio, prendendo ad esempio il periodo di tempo che parte dal 15 marzo, quando a crisi Covid-19 appena scoppiata Bitcoin crollò a quota 4800$: da quel punto in poi, notiamo che non vi è alcun tipo di correlazione tra l’andamento di Bitcoin e gli altri asset del mercato. Da quel punto a oggi, Bitcoin è salito di oltre il 130%, quando lo S&P ha registrato un +30%, l’oro +17% mentre il petrolio, come detto, tra una variazione e l’altra ha perso circa il 30%.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui