Ultime Notizie

Ecco dove pagare la birra (e le altre bevute) in Bitcoin

Questo articolo nasce come omaggio ad un nostro lettore che sulla pagina facebook di ComprareBitcoin ha posto una delle domande fondamentali del panorama Blockchain: “Ma con i Bitcoin puoi comprarci la birra?”

La domanda, che a prima vista potrebbe sembrare birbona, nasconde in realtà uno spunto non banale che ho voluto approfondire di persona, per scoprire se per caso -citando Amleto- ci fosse del metodo dietro l’apparente follia del nostro curioso lettore.

Ed ecco che ricorrendo ai potenti mezzi di quello che potremo considerare il padre putativo della Blockchain 1.0 (vedi sul vocabolario alla voce “Internet“), mi sono andato a spulciare alcuni dei locali italiani dove è possibile pagare la vostra bionda doppio malto in Bitcoin.

Pub e locali dove pagare la birra in Bitcoin

Cominciamo la nostra rassegna partendo da uno dei luoghi più cripto-gettonati, il “Manialcielo wine bar”  di Rovereto dove non solo potrete pagare la birra in Bitcoin, ma anche tutto il resto del bere e del mangiare.


Se poi vi interessasse anche un posto di lavoro, allora sappiate che anche il vostro stipendio vi potrà essere pagato in Bitcoin se lo desiderate. “Una ragazza lo percepisce tutto in bitcoin” racconta il gestore del locale Gianpaolo Rossi in un’intervista rilasciata a ilDolimiti.itD’altronde i vantaggi sono indiscutibili. Solo con la crescita che ha avuto il valore della moneta in questi anni tutte hanno avuto un plus maggiore di qualsiasi tredicesima o quattordicesima.

E se Rovereto dovesse esservi un po’ fuori mano non c’è da disperarsi, i locali dove pagare la vostra birra (e non solo) in Bitcoin sono sparsi un po’ su tutta penisola.

Basta impostare il navigatore sulle frequenze dello 040 Socialfood a Trieste, l’Altrove 2.0 a Pontoglio, il Beer Time a Roma (ce ne sono addirittura due), la Caffetteria Pasticceria Mimosa ad Altopascio, il Claby’s Cafè a Suno, il Draw di Trieste, il Nicky’s Bar di Cles, il Nuovo Portico a Forcola, il Rico’s Food & Drink a Pordenone, il Sesto Senso ad Asti, The Yellow Bar ancora a Roma, il Toma Bar anche lui a Rovereto e il Wall Street Café a Suisio, e la birra ghiacciata vi sarà servita in un vero Boccale con la B maiuscola (di Bitcoin, s’intende).

Il bel paese vi va stretto? Di nuovo nessun problema, sul resto del planisfero c’è solo l’imbarazzo della scelta per trovare la propria sana dose di luppolo pagabile in criptomoneta.

Pagare birra in Bitcoin a Londra

Se l’unità di misura che più vi aggrada è la pinta allora fate uno stop nella parte est di Londra ed entrate al “The Pembury Tavern“, dove il proprietario Stephen Early (che chiaramente nasce come programmatore) ha creato ed installato una macchina per accettare pagamenti in Bitcoin. Il sistema è veloce e sicuro, il barista preme un paio di bottoni sul registratore di cassa e sullo schermo appare un QR code.

A questo punto al cliente non rimane che aprire il suo Bitcoin wallet sul proprio smartphone, inquadrare il QR code dalla fotocamera e accettare il pagamento della sua birra in Bitcoin con un click. Più semplice che pagare con la carta di credito insomma.

Pagare birra in Bitcoin nel resto del Mondo

Ok, ormai dovrei aver conquistato la vostra fiducia sul fatto che si possa effettivamente pagare la birra in Bitcoin, quindi non andrò troppo più nel dettaglio e mi limiterò a segnalarvi alcune tappe fondamentali per un giro del mondo alcolico ad alto tasso di Bitcoin.

Old Fitzroy, Sydney – Australia

La patria della Foster’s non poteva non avere un Bitcoin Pub, dove esattamente 5 anni fa (settembre 2012) fu lanciato l’evento ‘Beer for Bitcoins’.

2nd Place, Pechino – Cina

In Cina avranno anche bannato le ICO, ma quando si tratta di bere i Bitcoin sono ben accetti anche nel paese del Sol Levante.

Killfish bars, Russia

Se tutto questo parlare di birra vi ha messo sete e sentite il bisogno di rinfrescarvi con uno shot di vodka, allora prenotate subito un biglietto di sola andata per la Russia. Non importa in quale posto vi ritroverete, perché i locali di questo franchising che accetta il Bitcoin sono sparsi in 25 città, da San Pietroburgo a Mosca.

EMG Faktors, Olanda

Questo locale di Groningen accetta Bitcoin grazie al sistema NUVOPOS (che integra il pagamento in Bitcoin nel POS del Bancomat), sviluppato proprio da una compagnia olandese, la Bitcoin Cafe.

EVR Bar, New York – USA

In realtà in America di posti dove bere birra pagando in Bitcoin ce ne sono a bizzeffe, ma mi sembrava doveroso fare omaggio a questo locale di Manhattan dove uno dei proprietari è nientepopodimenochè Charlie Shrem, padre emerito di Bitcoin Foundation.

A questo punto non mi resta che augurarvi buon viaggio e buona birra amici Bitcoinisti, ma non senza prima ricordarvi di bere -ed investire- sempre responsabilmente.


Ti interessa saperne di più sull’universo Bitcoin? Leggi i nostri articoli della serie “Bitcoin: come Iniziare“:

Bitcoin GRATIS

Condividi

Lascia un commento

Bitcoin Price

Exchange Consigliato

+

Wallet Consigliato

Trend Criptovalute