PayPal rilascia una app all-in-one che strizza l’occhio a Bitcoin

Il portafoglio elettronico PayPal ha assunto, negli ultimi due anni, un’importanza strategica estremamente elevata per Bitcoin e criptovalute in genere.
Infatti, a partire dall'inizio del 2021 i clienti Paypal hanno la possibilità di spendere concretamente le proprie criptovalute (per effettuare acquisti o pagare servizi) negli oltre 26 milioni di attività al mondo che si avvalgono del servizio.
E questo, naturalmente, fornisce un grosso impulso al settore delle monete elettroniche.
Ma è notizia di queste ultime ore il lancio di una nuova applicazione, consistente in una unica piattaforma all-in-one che si occupa di tutte le opzioni di pagamento in criptovalute e non solo.

La all-in-one di PayPal


Il comunicato è arrivato il 21 settembre: PayPal ha annunciato il rilascio della sua nuova app, una sorta di all-in-one che offre ai clienti il posto migliore per gestire la propria vita finanziaria. La nuova app PayPal introdurrà nuove funzionalità tra cui PayPal Savings, un nuovo conto di risparmio ad alto rendimento fornito da Synchrony Bank, insieme a nuovi strumenti di shopping in-app che consentiranno ai clienti di guadagnare premi riscattabili per cash back o credito per acquisti PayPal e una gestione differente delle criptovalute.

La suddetta funzione PayPal Savings è strettamente correlata al mondo delle criptovalute: i conti di risparmio potranno generare proficui interessi perché basati appunto sulla compravendita di cripto.
Più precisamente, PayPal ha spiegato come i clienti potrebbero ricevere un rendimento percentuale annuo fino allo 0,40% sui propri risparmi tramite l’utilizzo di queste funzioni. Senza contare che una delle funzioni più attese è quella di poter convogliare i propri guadagni dal conto di risparmio direttamente sul saldo di PayPal, per poi utilizzarli negli acquisti online.
Altre funzioni menzionate includono il pagamento di bollette, cashback e sconti, oltre a depositi diretti.


PayPal e le criptovalute


L’arrivo di una super applicazione che faciliti ulteriormente acquisizione, scambio e spesa di criptovalute non può che generare l’ennesimo sorriso per gli affezionati di Bitcoin: del resto, PayPal ha riferito di avere più di 400 milioni di account utente attivi al 30 giugno, con un volume totale di pagamenti pari a 311 miliardi di dollari nel secondo trimestre del 2021.
Utenti, questi, che in pochi click potrebbero avere accesso al mondo del BTC.


Non che finora il binomio PayPal-Bitcoin fosse andato male: Venmo, la società di pagamenti di proprietà di PayPal ha comunicato di aver contato l’equivalente di circa 58 miliardi di dollari di volume totale di scambi in cripto nel secondo trimestre 2021.
Pertanto, le previsioni sono ancor più rosee di quanto già non lo fossero prima.

Peraltro, è di poche settimane fa la notizia che (quantomeno negli Stati Uniti) i tecnici PayPal abbiano accolto la richiesta di un certo numero di appassionati di criptovalute, che hanno visto alzarsi il limite di acquisto nelle monete elettroniche, che da 20 mila dollari è passato alla ragguardevole soglia di 100 mila; sintomo, questo, che fa capire come (quantomeno al di là dell’oceano) PayPal abbia avuto un impatto significativo tra i risparmiatori e gli utilizzatori di criptovalute, che vedono in questo portafoglio elettronico un efficace strumento per effettuare trading di cripto.


Trading che, con la nuova super-app a breve negli store elettronici, promette di essere ulteriormente semplice e alla portata di qualsiasi utente. Col valore di BTC, conseguentemente, destinato ad apprezzarsi.