Quanto valeva Bitcoin negli anni?

Ad inizio maggio 2020, a pochissimi giorni dall’halving (il dimezzamento delle ricompense in BTC per ogni problema crittografico risolto all’atto del mining di Bitcoin), la criptovaluta più famosa di tutte, Bitcoin, ha un valore che si aggira attorno ai 40 mila dollari.

Molti si chiedono come potrà essere il restante andamento della moneta durante l’anno, e, escludendo elementi circostanziali come la crisi sanitaria attualmente in corso, si cerca di fare una previsione che tenga anche conto dei valori di mercato toccati negli anni precedenti.

Andiamo pertanto a rivedere, anno per anno, quali siano stati i record di Bitcoin.

Quanto valeva Bitcoin nel 2009?

Satoshi Nakamoto, il genio informatico che ha progettato Bitcoin e dato i natali alla cultura della cripto-moneta, ha concepito BTC il 3 gennaio 2009.

All’epoca, la moneta elettronica non aveva alcuna diffusione né utilità: motivo per il quale non era negoziata in nessun Exchange. Tradotto: un Bitcoin, nel 2009, valeva zero dollari!

Quanto valeva Bitcoin nel 2010?

Nel 2010, Bitcoin ha fatto il suo timido esordio negli Exchange online. Il record nel 2010 è stato di 0.39$ per singolo Bitcoin.

Quanto valeva Bitcoin nel 2011?

Nell’anno 2011, Bitcoin apre a 0,30$ e vede il periodo di maggiore evoluzione nel mese di giugno, quanto il giorno 8 tocca il record di $29,60. Da lì inizierà un lento declino, che lo porterà a toccare, a fine anno, i 5,27$.

Quanto valeva Bitcoin nel 2012?

Il 2012 è stato un anno abbastanza interlocutorio per BTC. Iniziato attorno ai 5$, termina a 13,51$, senza particolari picchi verso l’alto o verso il basso. Da segnalare, però, che il 28 novembre vi è stato il primo halving (e da 50 BTC di ricompensa per ogni blocco risolto si passa a 25), fenomeno che non ha particolarmente intaccato il valore della moneta elettronica.

Quanto valeva Bitcoin nel 2013?

Il 2013 è forse il primo anno in cui BTC si afferma a livello planetario, dando i primi segni di essere una vera alternativa alla valuta FIAT. Dai pochi dollari di valore di inizio anno, a novembre si impenna clamorosamente e termina a 757$, dopo aver toccato quota 1000$.

Quanto valeva Bitcoin nel 2014?

Nel 2014, il pessimismo deve aver preso il sopravvento per molti investitori, dal momento che l’anno ha visto una lenta e costante discesa in termini di valore, con chiusura a quota 309$.

Quanto valeva Bitcoin nel 2015?

Nel 2015 il prezzo di BTC smette il calo accusato nell’anno precedente, e re-inizia una piccola risalita, apprezzandosi regolarmente fino a chiudere a 430$ (variazione che in termini di valore può non sembrare così elevata, quando percentualmente invece il plusvalore si attesta attorno al 40%).

Quanto valeva Bitcoin nel 2016?

La stagione d’oro di Bitcoin inizia forse nel 2016. Nonostante l’halving di luglio (col quale da 25 BTC di ricompensa per i miners siamo passati a 12,5), Bitcoin vive un’annata di crescita costante, chiudendo a quota 997$, nuovamente in piena espansione.

Quanto valeva Bitcoin nel 2017?

Boom!” Con una semplice parola si può riassumere l’annata vissuta da Bitcoin nel 2017. Divenuto una solida realtà nel mondo della finanza, la più famosa delle criptovalute parte da un gennaio da 1000$ di valore per esplodere, letteralmente, nel corso dell’anno: a maggio Bitcoin vale 2000$, a settembre sfiora già i 5000$, il 17 dicembre segna il record toccando quota 20.000$ per singola moneta. Un valore, per adesso, mai più raggiunto.

Quanto valeva Bitcoin nel 2018?

Bitcoin, nel 2018, sembra avere un andamento molto simile a quello del 2014. Lenta ma costante discesa, che vede BTC dalla zona 20 k di inizio anno chiudere addirittura a circa 3800$.

Quanto valeva Bitcoin nel 2019?

Come nel 2015, dopo un anno di “passione”, Bitcoin sembra riprendersi nel 2019, apprezzandosi lentamente ma in maniera costante. A giugno tocca il suo massimo a quota 12900$, chiudendo l’anno poco sopra 7000$.

Valore bitcoin negli anni
ValoreValo

Quanto vale Bitcoin oggi?

Come anticipato inizialmente, oggi Bitcoin ha un valore di poco inferiore ai 40.000$. Dovesse seguire il trend dei due halving precedenti (in cui la moneta, nel corso dell’anno, si è sempre apprezzata), anche quest’anno potremmo assistere ad una moneta in ascesa rispetto ai 7000$ di gennaio.

Quel che è certo è che Bitcoin, negli anni, si è da sempre dimostrato uno strumento finanziario di enorme volatilità: ne consegue che sia necessario possedere una enorme pazienza. Vi sono le stesse possibilità che spicchi nuovamente il volo in pochi giorni, come che per salire in “stile 2017” occorrano anni di attesa. Attendiamo l’halving del 12 maggio per poi fare il punto.