Solana: tutto quello che devi sapere su SOL Coin (SOL)

Solana è una criptovaluta che – nel successo della propria iniziativa potrebbe essere destinata a risolvere alcuni problemi che stanno riguardando le criptovalute in questi ultimi mesi: nello specifico, scalabilità e velocità (due componenti che stanno fortemente limitando l’adozione di massa delle monete elettroniche).

Che cos’è Solana?

Solana è un progetto open source che idealmente mira a parificare i sistemi finanziari, fornendo un’alternativa per tutte le dAPP ad alta crescita e alta frequenza. Prefiggendosi di risolvere i problemi legati a scalabilità e velocità, la blockchain Solana supporta la ragguardevole somma di circa 60.000 transazioni al secondo, diventando così il sistema più scalabile e più performante al mondo. Transazioni che costano l’irrisoria cifra di 0,000001 dollari ciascuna, rendendole facili da usare su base giornaliera.

Cenni storici su Solana

Il progetto Solana è stato concepito nel 2017 da parte dello staff di informatici con a capo il russo Anatoly Yakovenko , quando ebbe un’intuizione riguardo a come perfezionare le blockchain delle criptovalute, introducendo un tempo specifico per ogni singola transazione.

fondatore Solana crypto

Il white paper di Solana, infatti, è stato pubblicato nel novembre 2017, seguito dalla testnet lanciata nel 2018 e, infine, da una ICO avvenuta nell’estate del 2019, che ha visto la raccolta di ben 20 milioni di dollari per la prosecuzione del progetto.

A livello di popolarità, è forse il 2021 l’anno più importante, periodo in cui Solana viene infatti listato su Coinbase, acquisendo definitiva notorietà e diffusione tra gli appassionati.

Come funziona Solana?

Circa al funzionamento di (SOL) Solana, va detto che si tratta di una blockchain piuttosto complessa. In primo luogo, va detto che analogamente ad Ethereum e Tezos, Solana supporta i celebri Smart Contracts; questo fa sì che tramite la blockchain gli sviluppatori possono creare applicazioni decentralizzate, differenziando Solana dalle altre piattaforme di contratti intelligenti.

Solana ha una capacità di rete molto grande, incluso – come già detto – un throughput di transazione da 50.000 a 65.000 TPS (Transazioni al secondo), ciascuno al corso di circa $ 0,00001 per operazione.

E la tecnologia che rende possibile tutto ciò prende il nome di Proof of History (PoH), corrispondente ad una partizione della più nota Proof of Stake.

La “prova della storia”, così possiamo tradurla, è una sorta di sistema utilizzato per risolvere il problema del tempo nei sistemi decentralizzati.

Supponiamo di fare una foto con l’edizione odierna del Corriere della Sera: in quel modo, daremmo prova a chi la vede che la foto è stata – per forza di cose – scattata dopo la data di uscita del giornale.

Funzionamento Proof of History di Solana

Mediante la Proof of History, analogamente, risulterà possibile creare dei record storici che dimostrino che un evento si è verificato in un momento specifico nel tempo.

Nello specifico, va detto che nella maggior parte delle blockchain le transazioni risultano sono raggruppate in un blocco, blocco che viene trasferito poi nella blockchain.

Con la Proof of History, invece, risulta possibile affermare che che un gruppo di transazioni sia arrivato prima o dopo il successivo (con la particolarità, però, di non poter distinguere quali transazioni siano arrivate per prime o per ultime all’interno di quel blocco).

Inoltre, questa correzione permette ai “validator nodes” della rete di organizzare le transazioni senza dover aspettare che altri validators nodes controllino quanto avvenuto.

Mining di Solana – Come vengono creati i SOL Coin

Per produrre token Solana, non serve propriamente fare mining; ma l’unico modo per ottenerne dei token ex novo (ovvero in una via diversa dall’acquisto negli Exchange) è quello di offrire i propri token SOL ai nodi della blockchain, ai fini di potenziare la rete e velocizzare il processo di transazione e distribuzione dei token a livello globale. Un sofisticato sistema fa sì che chiunque possa entrare nel circuito del mining, senza possedere un elevato numero di SOL coin, con la possibilità di poter raggiungere comunque ricompense ragguardevoli.

Distribuzione della moneta – Quanti SOL sono disponibili?

A maggio 2021, Solana copre un market cap pari ad oltre 8 miliardi di dollari, con una fornitura in termini di token pari a 272 milioni; fornitura che toccherà il suo tetto massimo quando si toccheranno le 488 milioni di emissioni e quel punto il mercato dovrà utilizzare solo le monete fino ad allora prodotte .

Nello stesso periodo, il singolo token SOL Coin ha un valore che si attesta attorno a quota 29,59 dollari. Anche per SOL  il periodo a cavallo tra fine 2020 e inizio 2021 è stato di grande soddisfazione: chiudendo il 2020 a quota 1,88 dollari, trascinato dalla corsa verso l’alto di Bitcoin di inizio 2021 ha nei fatti registrato un aumento pari al 4.143% in soli cinque mesi.

Profili tecnici della blockchain di Solana

Molte fonti etichettano il consenso di Solana come “Delegated Proof of Stake”, ossia DPoS. Questo non è accurato e il team di Solana lo ha specificato molte volte. È un errore facile da commettere perché ci sono vari ruoli sulla blockchain di Solana (leader, validatori, archiviatori, ecc.).

Le criptovalute DPoS delegano essenzialmente questi ruoli tra i partecipanti alla rete, Solana invece no. In poche parole, tutti i nodi di Solana svolgono un ruolo unitario nell'adempimento di tutte le predette mansioni.

Ad esempio, i leader di Solana hanno il compito di produrre nuovi blocchi. I leader ruotano ogni 4 blocchi. Mentre un nodo occupa una posizione di Leader, fondamentalmente vengono stipate quante più transazioni possibile nei quattro blocchi che stanno producendo e mostrano questi blocchi contenenti le transazioni ai relativi gruppi di nodi, chiamati Solana Clusters. Questi nodi convalidano le transazioni utilizzando timestamp digitali come riferimento e quindi trasmettono rapidamente i record ad altri nodi rilevanti sulla rete.

A differenza di altre criptovalute PoS, non è richiesta una quota minima per diventare un nodo della blockchain di Solana. Naturalmente, la quantità di ricompense per i blocchi che ottieni sarà proporzionale alla quantità di gettoni SOL che hai dedicato alla rete. Sebbene la selezione del leader sia pseudocasuale, la quantità di SOL che scommetti influenza anche la tua probabilità di diventare un leader che produce blocchi. I nodi che si comportano male vedono la loro posta in gioco ridotta e i fondi tagliati vengono aggiunti ai premi per la generazione di nuovi blocchi.

Caratteristiche principali del protocollo

Ci sono 8 caratteristiche principali che compongono Solana. Uno di questi è già stato trattato (la Proof of History). Dei restanti 7, ci soffermeremo su due in particolare. Il Sealevel e il Gulf Stream.

Sealevel consente di identificare rapidamente tutte le transazioni non sovrapposte e di elaborarle contemporaneamente. Gulf Stream consente di conoscere un piccolo numero di leader in arrivo in modo che possano già iniziare ad accumulare transazioni prima di iniziare a produrre blocchi.

Il punto chiave di Solana è che assegna diverse attività a diversi nodi sulla rete in base alle esigenze per ottimizzare la velocità e tutte le transazioni hanno un timestamp pronto a garantire che siano corrette. Ciò significa che un cluster di nodi (Solana Cluster) potrebbe essere responsabile dell'hosting di una piattaforma DeFi come Uniswap ed un altro “Solana Cluster” invece potrebbe essere responsabile dell'elaborazione delle microtransazioni effettuate nel mondo virtuale di Decentraland. Questo meccanismo rende Solana una blockchain decentralizzata, scalabile e sicura, senza dover scendere a compromessi.

Opinioni conclusive sul progetto Solana

C'è qualcosa che il creatore di Solana ha notato in un'intervista a cui tutti dovrebbero riflettere: cosa succederà quando gli exchange decentralizzati diventeranno più efficienti di quelli centralizzati? La risposta ovviamente è che gli scambi centralizzati di criptovaluta passeranno all'utilizzo della blockchain decentralizzata, la quale fornisce una maggiore efficienza. Solana è decisa a diventare quel tipo di blockchain, ed ha una possibilità di lottare per conquistare davvero quel titolo.

L'unico problema apparente con Solana è il programma di emissione del token SOL. La rappresentazione visiva di quell'emissione potrebbe essere una delle immagini più terrificanti applicate al concetto di criptovaluta. Il numero di gettoni disponibili passerà da circa il 15% della fornitura totale odierna ad addirittura il 95% in una sola settimana! È molto difficile capire come questo non avrà alcun effetto negativo sul prezzo (almeno in quel breve lasso di tempo).

È anche discutibile come Solana potrà riuscire a superare altri concorrenti del settore quali Ethereum 2.0 e Polkadot. Sebbene sia un progetto orgoglioso di non utilizzare “blockchain di livello 2” come fanno i competitors, il nocciolo della questione rimane che l'utente medio di un'applicazione decentralizzata non si preoccuperà dell'aspetto dell'infrastruttura sottostante fintanto che essa funzionerà correttamente. Questo tipo di filisofia abbastanza spiccia, potrebbe essere la rovina di Solana se non sta attenta a spendersi nella maniera corretta verso il grande pubblico.

Tutto sommato, Solana è un progetto molto promettente e molti esperti del settore criptovalute credono fermamente che il futuro potrà essere in decisa ascesa. In primo luogo, la squadra che ne cura lo sviluppo è solida e lungimirante. In secondo luogo, anche se Solana è ancora solamente in fase beta, si sta dimostrando più che una semplice interfaccia intelligente. Con oltre tre miliardi di transazioni confermate finora ha avuto un appeal di prim’ordine da parte degli appassionati di blockchain. Infine va ricordato che l’azienda non è stata sostenuta dalle centinaia di milioni di dollari di investitori in capitale di rischio che solitamente vogliono semplicemente realizzare rapidi profitti. Ciò lascia pensare che gli attuali detentori di SOL siano davvero appassionati che credono nel progetto nel lungo periodo.