Anthony Hopkins e la sua passione per blockchain, criptovalute ed NFT

Le criptovalute, così come gli NFT e il metaverso, stanno letteralmente spopolando in quasi tutto il Mondo. La tecnologia avanza ed è davvero impensabile non restare al passo coi tempi, anche per ciò che concerne monete elettroniche e digitalizzazione di opere materiali. Non si parla solo di un interesse circoscritto a esperti di finanza, trader, economisti o appassionati di tecnologia e informatica, siamo davanti ad un fenomeno che coinvolge tutti, esperti e non, gente comune e personaggi famosi. In ordine cronologico, l'ultimo appassionato di criptovalute e tecnologia crittografica è uno dei pezzi grossi di Hollywood: parliamo nientemeno di Anthony Hopkins.

Nuovo nome su Twitter per l’attore premio Oscar e un divertente scambio di tweet con Jimmy Fallon

Anthony Hopkins ha recentemente cambiato il proprio nome utente sul social network Twitter, in AHopkins.eth: il riferimento alla piattaforma Ethereum è ovviamente lampante. Infatti, Hopkins ha deciso di collegare il suo wallet al dominio del suo profilo, legando così il suo nome a un Ethereum Name Service, abbreviato per comodità in $ENS. Il token collegato al progetto in questione, $ENS, ha goduto dei risvolti positivi generati da questa manovra, dato il calibro dell’attore.

A calcare ancora di più la mano su questa passione verso il mondo delle monete elettroniche, ci hanno pensato anche i tweet dell’attore, in cui chiedeva a colleghi e amici, tra cui Reese Witherspoon, Snoop Dog e Jimmy Fallon, consigli sugli acquisti di NFT. E proprio quest’ultimo, il divertente conduttore collezionista di Bored Ape, la scimmia NFT più celebre del web, ha prontamente risposto, dimostrando ulteriormente la sua conoscenza della materia.

Criptovalute non solo nella vita privata: per Anthony Hopkins la blockchain si applica anche nel lavoro

L’interesse di Anthony Hopkins verso i prodotti della tecnologia blockchain non si esaurisce, però, con le sole criptovalute o con l’acquisto di qualche raro NFT. Infatti, il due volte premio Oscar ha avuto modo di inserire la blockchain anche nella sua vita lavorativa: Hopkins ha creato un precedente nel mondo del cinema, distribuendo il suo lungometraggio di fantascienza, chiamato Zero Contact, sotto forma di NFT, senza seguire la trafila solitamente voluta dall’industria del cinema hollywoodiano. Si tratta, infatti, della prima volta per un prodotto di questa caratura e probabilmente non sarà l’ultima: il cinema sta capendo sempre di più le potenzialità di questi strumenti. Zero Contact è stato distribuito sulla piatta forma cinematografica Value lo scorso anno: i film proposti da questa piattaforma sotto tutti sotto forma di NFT e forniscono anche contenuti speciali, dietro le quinte e opportunità interattive.

Personaggi famosi e criptovalute

Parlando di personaggi noti al grande pubblico, sicuramente il primo che viene in mente è il fondatore di Tesla, Elon Musk, che non solo non ha mai nascosto la sua passione per le cripto, ma ha addirittura sostenuto monete elettroniche e incentivato l’acquisto delle sue automobili con pagamenti in Bitcoin. Anche tra gli sportivi americani spiccano diversi estimatori: come non citare, infatti, Tom Brady, quarterback per i Tampa Bay Buccaneers della National Football League, uno dei più grandi giocatori di football di tutti i tempi, e la sua bellissima moglie Gisele Bundchen, top model di origini brasiliane, entrambi coinvolti in diversi progetti legati all’universo cripto. Per non uscire, invece, dal Bel Paese abbiamo il carismatico conduttore Alessandro Cattelan, che ha dimostrato il suo interesse nei confronti dei token non fungibili, attraverso la sua immagine profilo nel social network Instagram: difatti, a fianco del nome dello show man piemontese, fa bella mostra di sé un’opera NFT che raffigura un toro dalla camicia a fiori. Stessa scelta, ma NFT diverso, anche per l’idolo delle ragazzine Justin Bieber, coinvolto in diversi progetti NFT, tra cui inBetweeners. Insomma, Hopkins è davvero in buona compagnia.