Home Ultime Notizie Blockchain Research Lab sui tweet di Elon Musk

Blockchain Research Lab sui tweet di Elon Musk

Come abbiamo già potuto vedere in un precedente contributo le riflessioni pubbliche di Elon Musk sulle criptovalute Bitcoin e Dogecoin hanno causato picchi di quasi il 20% per entrambe le monete digitali in questione, secondo Blockchain Research Lab.

Il CEO di SpaceX conta circa 44 milioni di follower su Twitter. Il 29 gennaio, quando Musk ha aggiornato la sua biografia su Twitter in “#bitcoin”, ha scatenato una vera e propria tendenza che ha visto alcuni tra i più famosi YouTuber e stars della NFL seguirne l'esempio. Da allora si è speculato molto sul fatto che i tweet di Musk possano davvero influenzare i mercati delle criptovalute, ma ora è stato pubblicato uno studio che conferma che può e lo fa.

Sulla base di sei recenti attività Twitter relative alla criptovaluta, identifichiamo un volume di scambi anormale altamente significativo dopo ogni evento“, ha affermato Lennart Ante, ricercatore presso il Blockchain Research Lab, aggiungendo: “Scopriamo rendimenti significativamente anormali fino al 18,99% per Bitcoin e 17,31% per Dogecoin in diversi intervalli di tempo.

È una cosa positiva o negativa?

La capacità di Musk di influenzare i movimenti delle criptovalute, ha delle conseguenze. Da grandi poteri derivano grandi responsabilità. “I nostri risultati portano alla domanda in quali condizioni le persone agli occhi del pubblico dovrebbero commentare specifiche criptovalute“, ha detto Ante, aggiungendo: “Se un singolo tweet può potenzialmente portare a un aumento di $ 111 miliardi nella capitalizzazione di mercato di Bitcoin, un tweet diverso potrebbe anche diminuire valori simili“. 

Questa è la natura stessa delle criptovalute: progetti pensati per essere decentralizzati e controllati dal pubblico, piuttosto che dai governi. Quindi il fatto che un privato cittadino possa influire sul prezzo di una criptovaluta non dovrebbe essere visto come un grosso problema.

Lo studio di Blockchain Research Lab

Lo studio ha esaminato ben sei eventi correlati a Bitcoin o Dogecoin sul tema. Relativamente a Bitcoin, le osservazioni più importanti si sono concentrate nel gennaio 2021, quando Musk ha aggiornato la propria biografia di Twitter twittando anche “in retrospettiva, era inevitabile”, che lo studio presume fosse correlato proprio al suo aggiornamento biografico. 

Relativamente a Dogecoin, lo studio ha preso in considerazione i tweet che risalgono al luglio 2020, ma l'osservazione più importante ha di nuovo riguardato un tweet combinato al bio-aggiornamento che è arrivato il 20 dicembre 2020. Musk twittava “One word: Dogecoin” aggiornando altresì la sua biografia in “Ex CEO di Dogecoin”. 

Per assicurarsi che lo studio abbia catturato solo i movimenti di mercato di cui erano responsabili i tweet di Musk, Ante ha confrontato i movimenti di mercato osservati prima dei tweet di Musk per un periodo di nove ore. Ha quindi confrontato quelle cifre con i movimenti di mercato effettivi che si sono verificati intorno ai tweet di Musk. 

Musk e Bitcoin secondo Blockchain Research Lab

Quando Musk ha cambiato la sua biografia, non solo ha messo in moto una tendenza per la quale altri account hanno aggiornato le proprie bio, ma ha generato rendimenti di Bitcoin per quasi il 20%. 

Questo evento, secondo Ante, è stato uno dei due eventi che “non sembrano essere reazioni, bensì azioni indipendenti che si traducono in enormi aumenti dei volumi di scambio e rendimenti anormali ampi e significativi“.

Il CEO di Binance Changpeng Zhao ha ipotizzato che Musk potrebbe essere stato il motivo dell'aumento della domanda, fino addirittura al sovraccarico dell’exchange. Si scopre dunque che Musk ha sicuramente giocato un ruolo in quell'ondata, ma non è tutto. Ha anche come accennato anche contribuito a pompare Dogecoin. 

Musk ha twittato su Dogecoin in diverse occasioni, ma l'esempio più notevole in cui i suoi tweet hanno beneficiato alla criptovaluta è stato il 20 dicembre 2020, quando ha twittato: “Una parola: Doge”, cambiando la sua biografia in “Ex CEO di Dogecoin”. Quel tweet da solo ha prodotto un rendimento anormale di oltre l'8% in soli cinque minuti, ed in un'ora, la crescita ha raggiunto un picco del 17%.