Criptovalute e sport: un binomio sempre più indissolubile

Sempre più spesso si sente parlare di ciò che ci può fare con le criptovalute, di quanto siano rivoluzionari i Bitcoin per la finanza e l’economia stessa; dell’applicazione della tecnologia blockchain agli aspetti più disparati della vita quotidiana; della sicurezza assoluta, delle privacy garantita fino all’anonimato. Le notizie su grandi nomi e grandi acquisti in criptovalute sono praticamente all’ordine del giorno, tanto che un po’tutti si stanno approcciando a questo nuovo modo di pagare o di guadagnare (e non parliamo certo dei miners e basta, i modi per guadagnare con le cripto sono altri). A causa del Covid-19, poi, la necessità di smaterializzare, digitalizzare e operare a distanza, anche nei settori dell’intrattenimento è cresciuta a dismisura.

Anche lo sport si sta avvicinando sempre di più a monete elettroniche e tecnologia blockchain, anche attraverso l’uso di NFT, come abbiamo visto nel caso Juventus.

Insomma, la febbre da Bitcoin sale nelle discipline sportive e non solo nel calcio.

Andiamo quindi a scoprire di più su questa interessante accoppiata, molto probabilmente anche vincente!

Stipendi pagati in cripto ai giocatori: la novità dell’Az Alkmaar

A fare da apripista nel pagamento dei calciatori in monete elettroniche sarà la squadra olandese dell’Az Alkmaar. La società calcistica dei Paesi Bassi ha annunciato recentemente, per mezzo web, la propria collaborazione con il broker Bitcoin Meester. La partnership nelle intenzioni dovrebbe durare fino al 2024. Ovviamente l’intero accordo di sponsorizzazione avverrà per mezzo Bitcoin: è infatti previsto che l’Az Alkmaar acquisti una determinata somma di Bitcoin che deve restare a bilancio. Inoltre, per rendere ancora più chiaro l’interesse della società nel settore delle cripto, anche lo stipendio dei calciatori sarà liquidato non in Euro, bensì in cripto monete.

Questa operazione risulta possibile anche in virtù del fatto che la Bitcoin Meester risulta, ad oggi, una delle poche aziende legate al mondo cripto e blockchain ad essere autorizzate formalmente dalla Banca Centrale olandese. Pur essendoci pareri contrastanti all’interno della politica e delle autorità dei Paesi Bassi, sembra chiara la volontà del paese di legarsi sempre di più a questo settore in piena ascesa.

Infondo, il legame tra cripto e sport va a beneficio di entrambi i settori: se da un lato l’aspetto economico è certamente primario, non vanno dimenticate anche le ricadute commerciali e pubblicitarie sia per uno che per l’altro partner, che vedono inevitabilmente crescere la propria notorietà e il proprio appeal, mostrandosi all’avanguardia a tutto tondo.

Un esempio lampante, non legato all’ambito calcistico, è certamente quello della Formula 1: Crypto.com ha annunciato di recente la nascita della partnership con il campionato delle monoposto più famose del Mondo.

Gli sport legati alla blockchain

L’invasione positiva delle criptovalute non riguarda solo il calcio però. Dal football al baseball, passando per il basket, gli sport di punta degli Stati Uniti sono tutti coinvolti, ciascuno a proprio modo, nella blockchain.

L’esempio più celebre ci arriva dal super campione di sette Super Bowl Tom Brady che, insieme alla moglie, la bellissima modella brasiliana Gisele Bundchen, ha stretto un rapporto di collaborazione con FTX, il noto exchange di cripto. Brady sarà l’ambasciatore di FTX in cambio di un bonus, pagato ovviamente per mezzo di criptovalute (la moneta scelta non è per ora nota), mentre la moglie si dedicherà agli aspetti legati alla charity e alla sostenibilità ambientale del marchio.

Ma FTX non si ferma qui: ha difatti raggiunto un accordo di circa 135 milioni di dollari con la squadra di basket degli Miami Heat, al fine di rinominare lo stadio FTX Arena e ha siglato anche una collaborazione a lungo termine con la Major League Baseball, diventandone il primo partner ufficiale cripto.

Risulta quindi davvero lampante quanto sia ormai consolidato il legame tra il mondo dello sport con quello delle criptovalute. Non ci resta che aspettare per capire come si evolveranno le cose in futuro, perché sicuramente le loro strade saranno sempre più legate.