Crypto.com: La recensione

Crypto.com è una piattaforma di criptovaluta multifunzionale che offre una varietà di servizi. In prima linea figura sicuramente l’exchange di criptovaluta, inoltre offre anche prestiti garantiti da criptovalute, carte di debito, opportunità di guadagno di interessi e un gateway per i commercianti per accettare valute digitali. Scopriamo una ad una le singole funzionalità.

L’exchange di Crypto.com

Crypto.com offre una struttura di scambio di criptovalute nelle forme intra-day, swing o anche trading a lungo termine, esclusivamente sulle coppie criptovaluta/criptovaluta. Ciò significa non si è in grado di scambiare criptovalute con valute legali qualiu USD o EUR. È possibile, tuttavia, scambiare una varietà di monete digitali contro USDT. Per chi non lo sapesse, USDT (Tether) è un token digitale ancorato al dollaro USA. Non va dimenticata anche una certa abbondanza di cross con il token CRO (valuta digitale nativa della piattaforma Crypto.com).

Per quanto riguarda la suite di trading, non è necessario scaricare alcun software per utilizzarla. Si può fare trading direttamente tramite il sito Web principale di Crypto.com, ed oltre a questo, viene offerta anche un'app mobile dedicata.

Quando si tratta di commissioni di trading, Crypto.com utilizza un classico sistema maker/taker. Chi fa trading su Crypto.com è un “market taker” (ossia coloro che utilizzano la liquidità già fornita), se invece si fornisce nuova liquidità a Crpyto.com, di viene definiti “market maker”. In qualità di market taker, le commissioni dipendono da quanto si scambia in un mese, si inizia dallo 0,16%, che è la commissione per qualsiasi cifra inferiore ai 250.000 dollari mensili, e che viene addebitata ad entrambe le parti partecipanti allo scambio (ad esempio, se per una posizione aperta al prezzo di 5000 dollari, viene inizialmente pagata una commissione di otto dollari, poi, quando si esce dalla predetta posizione, ipotizziamo ad un prezzo aumentato fino a 10.000 dollari, verrà pagata un’ulteriore commissione pari questa volta a 16 dollari).

Quando si tratta, viceversa, di commissioni per gli acquirenti di mercato, si inizia con uno 0,10% per poi scendere ad un minimo dello 0,04%. Di più qualora venisse utilizzato il token CRO per il pagamento delle citate passività, le commissioni di trading sull'exchange Crypto.com vedrebbero un’ulteriore sconto bonus (molto simile a quanto già accade con Binance Coin per l’operatività sostenuta nell’omonimo exchange). Finché si detengono almeno 5.000 token CRO all’interno della piattaforma, si riceve una riduzione del 100% delle spese di commissione. 

L’app di Crypto.com

L’app della quale tratteremo ora può essere scaricata gratuitamente sia sui dispositivi Android che iOS.

Innanzitutto, essa funge da portafoglio di criptovaluta principale che consente di archiviare una discreta varietà di monete digitali (coprendo oltre 80 criptovalute presenti ad oggi sul mercato). È possibile accedere al portafoglio tramite il telefono cellulare. È importante notare che, a differenza della stragrande maggioranza dei portafogli di criptovaluta disponibili sul mercato, Crypto.com richiede a tutti gli utenti di passare attraverso un processo Know-Your-Customer (KYC). Ciò significa che dovrai fornire una copia del tuo documento d'identità e che quindi non potrai effettuare transazioni in modo anonimo. C’è un generale vantaggio nell'utilizzo di un portafoglio centralizzato come quello citato, cioè che si rendono così disponibili alcuni mezzi per recuperarne l'accesso qualora si dimenticassero o perdessero le relative credenziali. L'app Crypto.com consente inoltre di acquistare ogni singola moneta supportata direttamente dall’interfaccia del portafoglio. I metodi di deposito supportati includono carte di credito e bonifici bancari. Quando si utilizza una carta di debito o credito, la maggior parte dei paesi in Europa beneficia di transazioni senza commissioni.  Non ci sono commissioni associate a depositi o prelievi bancari

Crypto.com dà inoltre l'opportunità di guadagnare interessi sulle proprie quote di criptovaluta detenute. L'importo degli interessi che si possono guadagnare non dipenderà solo dal tipo di moneta che si detiene, ma anche dalla quantità di token CRO che di è disposti a mantenere nel proprio saldo. Vi sono diversi tassi di interesse a seconda della quantità di tempo che si decide di mantenere le proprie monete. L'interesse ricevuto verrà poi calcolato su base giornaliera.

Il sistema dei prestiti in Crypto.com

I prestiti crittografici stanno diventando sempre più popolari all’interno del settore crypto. Il processo è relativamente semplice ed essenzialmente standard per tutti i provider di tale servizio. Nel caso di Crypto.com, bisogna depositare una quantità di criptovaluta all’interno della piattaforma. Così facendo si riceverà una linea di credito istantanea pari al 50% del deposito fornito. Tale linea di credito del 50%, può essere pagata in PAX, TUSD, USDC o USDT, dunque tutte stablecoin.

I servizi commerciali

Se si è commercianti online e si intende iniziare ad accettare per la propria attività anche pagamenti in criptovaluta, potrebbe valere la pena considerare la soluzione offerta da Crypto.com. In parole povere, la piattaforma offre un meccanismo senza soluzione di continuità per iniziare ad accettare valute digitali dai propri clienti. Dopo aver raggiunto l'area di pagamento del desiderato sito web e selezionato la criptovaluta utile al pagamento, il codice a barre univoco relativo al portafoglio apparirà sullo schermo. Il compratore non dovrà far altro che scansionare il codice QR del portafoglio mobile ed il gioco è fatto: l'acquisto dal sito web viene completato. L'importo da fiat a criptovaluta verrà convertito immediatamente nel punto vendita, ciò garantisce di addebitare un importo pressoché certo, alla luce del fatto che il mercato delle criptovalute, come noto, è altamente volatile anche nel brevissimo termine. È interessante inoltre come che non venga addebitata alcuna commissione di elaborazione di tali pagamenti in criptovaluta.

Le carte di debito Crypto.com

La carta di debito prepagata di Crypto.com prende il nome di MCO Card, viene emessa da Visa, e dunque rende possibile l’utilizzo online per i propri acquisti così come presso ogni negozio fisico o bancomat presenti nel territorio. In termini di commissioni, anche in questo caso esse dipendono dai propri saldi di token nativo CRO. Per chi non intende acquistare o detenere detti token è possibile prelevare fino ad un massimale di 200 dollari al mese da ogni bancomat senza alcuna commissione, se si intende invece prelevare di più si andrà a pagare il 2% del valore della transazione. Ogni 100.000 token CRO detenuti il massimale di prelievo gratuito si alza di 1000 dollari al mese. Chiaramente ciò non esclude le commissioni applicate dalla singola banca presso la quale il prelievo viene effettuato e che continuerà normalmente ad applicare i normali margini previsti.

Indipendentemente dal fatto che tu stia o meno detenendo token CRO, tutte le transazioni effettuate con la carta di debito Crypto.com riceveranno un importo di cashback rimborsato in token CRO, i quali vengono depositati direttamente nel proprio portafoglio Crypto.com. Il cashback inizia con un tasso dell'1% per salire anche al 2% qualora si abbiano almeno un milione di token della piattaforma. Per quanto concerne il caricamento dei fondi all’interno della propria carta MCO, questi devono essere effettuati in valuta fiat. 

La DeFi in Crypto.com

Stiamo ora trattando di un'alternativa decentralizzata alla suesposta app wallet standard fornita dal provider. Il portafoglio DeFi di Crypto.com fornisce il pieno controllo sui propri fondi in criptovaluta. Ciò significa che tu, e solo tu, avrai accesso alle tue chiavi private. Ciò ad esempio proteggerebbe i tuoi fondi anche nel remoto caso in cui Crypto.com subisse un qualsiasi hack ai propri database. Dall’altra parte però, qualora si perdessero le chiavi private i relativi fondi sarebbero destinati a restare persi per sempre (poiché a differenza del portafoglio standard offerto dal provider, Crypto.com non sarebbe più in grado di aiutarti a riottenere le credenziali di accesso).

Le misure di sicurezza adottate

Come abbiamo avuto modo di vedere, la sicurezza e la protezione dei fondi degli utenti dipende in ultima analisi da ciò per cui viene utilizzata la piattaforma Crypto.com.

Il 100% dei fondi di criptovaluta detenuto dai clienti viene conservato in “celle frigorifere” (cold wallets). Per chi non lo sapesse, ciò significa che le monete o i token digitali vengono archiviati offline e non sono in nessun momento raggiungibili dai server live. Questo riesce a garantire a tutti gli effetti che i fondi non possano essere hackerati da remoto, almeno in teoria. Naturalmente, esiste sempre un potenziale di negligenza interna all’azienda, dunque nemmeno la conservazione a freddo consente protezione sicura al 100%.

Crypto.com utilizza i servizi del principale fornitore di portafogli hardware Ledger, ed ha implementato una copertura assicurativa diretta dell’ammontare di cento milioni di dollari con la londinese Lloyd's Ltd. L’azienda specifica tuttavia come la copertura assicurativa complessiva arrivi fino ai 360 milioni di dollari qualora venga conteggiata anche la copertura cd. indiretta.

Crypto.com afferma ulteriormente di disporre di tecnologie FinTech all'avanguardia in grado di eseguire la scansione di depositi o prelievi sospetti. Se qualcosa viene segnalato da tale tecnologia, è probabile che la transazione venga istantaneamente congelata fino al completamento di un’indagine manuale effettuata dal team interno a Crypto.com. Inoltre, tutti gli utenti dell'app Crypto.com devono eseguire un processo KYC come abbiamo già visto (a garanzia che ogni persona avente accesso ai servizi forniti sia preventivamente identificata – l'unica eccezione a tale processo riguarda l’utilizzo del portafoglio DeFi).

In conclusione, abbiamo avuto modo di vedere come questa piattaforma possieda una visione chiara di come colmare il divario di utilizzo esistente tra criptovalute e valute fiat, con una vasta gamma di prodotti e servizi forniti. Risulta altresì lampante come Crypto.com incoraggi gli utenti a fare uso del token CRO durante le operazioni di utilizzo degli esaminati servizi forniti