Crypto.com è il nuovo sponsor del Paris Saint Germain

Senza alcun dubbio, la squadra regina dell’estate 2021 è stata il Paris Saint Germain, con gli acquisti di Donnarumma, Hakimi e soprattutto Lionel Messi dal Barcellona. La proprietà del club parigino, con questi colpi, mira a fare della formazione transalpina la compagine più forte del mondo.

Ma in queste ultime ore, anche una notizia di stampo crittografico si affianca al ricco club francese: l’exchange Crypto.com sarà sponsor ufficiale del PSG.

Del resto, in occasione del clamoroso trasferimento di Messi dal Barcellona al PSG, avevamo visto come il token $PSG di Chilliz si fosse enormemente apprezzato, con somma gioia di tutti i possessori del noto fan token.

Una partnership milionaria

Secondo le prime indiscrezioni, la partenership tra Crypto.com e PSG sarebbe stata siglata con una accordo di circa 30 milioni di euro: e una parte di questa verrà versate nelle casse della società sottoforma di token $CRO, il token proprio del noto Exchange.

Lo sponsor non sarà direttamente presente sulle magliette del Paris Saint Germain (al momento infatti il logo ospitato è quello di ALL); questa, in ogni caso, sarà però una partnership dedicata essenzialmente al mondo cripto e che prevederà anche il rilascio di una serie speciale di NFT basati sullo stellare team parigino, ovviamente commercializzati da crypto.com.

La somma di 30 milioni è tutt’altro che irrisoria, specie se si pensa agli accordi delle squadre italiane con Exchange e piattaforme di criptovalute, molto meno ricchi rispetto a quello siglato tra crypto.com e PSG.

Il calcio e le criptovalute

Quella del Paris che si affianca a crypto.com è solo l’ultima di una tendenza che ormai ha abbracciato tutto il calcio europeo: in queste settimane, infatti, abbiamo visto come   l’Inter, squadra di calcio di Serie A attualmente campione in carica, abbia clamorosamente sostituito il proprio sponsor storico Pirelli con Socios.com , proprio l’azienda che opera sull’exchange Chilliz e che genera i fan token del mondo del calcio. Socios.com che già era peraltro sponsor della formazione spagnola del Valencia.

E che dire della Roma? La formazione capitolina, infatti, ha lasciato il proprio sponsor Qatar airways per accogliere come main sponsor l’azienda blockchain Digitalbits.

O ancora, il Milan ospita da qualche settimana il marchio di BitMex, piattaforma di cripto derivati che mira ad espandere l’alfabetizzazione finanziaria digitale nel nostro paese.

Infine, almeno temporalmente, anche la Fiorentina ha strizzato l’occhio al mondo crittografico, dal momento che ha recentemente annunciato la collaborazione con la startup blockchain italiana Genuino, al fine di creare svariati token non fungibili (NFT) della sua nuova divisa.

Il motivo di questo trend appare piuttosto chiaro: I club di calcio, fortemente provati dalla pandemia COVID anche in termini di incassi, hanno trovato risorse tramite i maggiori soggetti del mondo delle criptovalute, essendo stati questi immuni alla crisi. Questa appare un’occasione per rimpinguare le casse e per ospitare programmi di partnership che renderanno i marchi più vicini ai tifosi.