DLC: creare smart contracts nella rete Bitcoin

Bitcoin è stato spesso criticato da coloro che fanno parte delle comunità “altcoin” negli ultimi anni per la sua incapacità di ospitare contratti intelligenti (a differenza ad esempio della celebre blockchain di Ethereum). Tuttavia, il recente lavoro degli sviluppatori di Suredbits, Crypto Garage ed Atomic Loans – insieme agli sforzi di alcuni contributori indipendenti – sui cd. “Discreet Log Contracts” (DLC) sta portando gli smart contracting anche su Bitcoin così da spegnere definitivamente ogni critica in tal senso. Essi sono pensati unicamente per portare gli smart contracts su Bitcoin utilizzando i contratti Oracle, che sono molto più privati ​​e scalabili di quanto si pensasse possibile in passato.

Cosa sono i DLC?

I DLC sono contratti basati su Bitcoin che utilizzano una o più firme Oracle. La proposta originale per i DLC è stata fatta da Tadge Dryja nel 2017 e successivamente ridisegnata per renderli più scalabili e privati ​​utilizzando un meccanismo chiamato “firme dell'adattatore”. I contratti Oracle DLC consentono agli utenti di fare una transazione Bitcoin subordinata alla firma di un Oracle. 

Dopo una recente riprogettazione, sono stati modificati per utilizzare un multisig 2-su-2 che paga direttamente al portafoglio di un utente invece di pagare ad una chiave pubblica. Il vecchio design richiedeva un meccanismo di penalità simile a quello della rete Lightning, che faceva sì che occupasse più spazio sul blocco e fosse meno privato. Questa riprogettazione è resa possibile utilizzando le firme dell'adattatore e facendo in modo che esso si basi sulle firme crittografiche Oracle. Ciò significa fondamentalmente che ciascuna parte si scambia firme di transazione non valide che possono essere rese valide solo qualora combinate con una determinata firma Oracle.

Per rendere possibile questa recente operazione, sono stati compiuti molti progressi nello sviluppo di uno standard per i DLC e nella creazione dei relativi software. Gli sviluppatori di questa nuovissima tecnologia hanno lavorato molto dall'inizio di quest'anno, ed insieme a queste specifiche, hanno creato un software compatibile; Finora ci sono quattro principali implementazioni su cui stanno lavorando: Bitcoin-S , NDLC , Rust-DLC e CFD-DLC.

DLC e Lightning Network

I team che lavorano sui Discreet Log Contracts hanno molti piani per il futuro della tecnologia in parola. Oggi questi sono stati implementati solo per le transazioni onchain. In effetti, uno dei miglioramenti più evidenti sarebbe quello di trasferirli su Lightning Network

Ci sono due modi pianificati per inserire i DLC su Lightning. Uno è renderli utilizzabili solo tra le parti che hanno già canali Lightning aperti tra loro, cosa che potrebbe essere eseguita ma richiederebbe molto lavoro svolto dalle diverse implementazioni Lightning per aggiungere un supporto efficace a tale tecnologia. 

Tutto ciò potrebbe essere reso obsoleto da un “secondo modo” di creare DLC Lightning. Questo secondo modo consentirebbe a questi DLC di essere inseriti attraverso una rete che rimuoverebbe il fondamentale requisito di avere un canale con la controparte, tuttavia, questa configurazione richiede implementazioni ancora inesplorate e che probabilmente non saranno possibili fino all'attivazione di Taproot.

Futuro dei DLC

Ci sono altri miglioramenti generali ai DLC che possono essere resi possibili anche in futuro. Un'idea principale è quella di dare all'utente la possibilità di utilizzare più oracoli per un specifico contratto intelligente, anzichè uno solo. Ciò consentirebbe agli utenti di distribuire la fiducia tra più oracoli, invece che avere un unico punto di errore per i propri smart contracts 

Con Taproot, si può anche fare in modo che le transazioni multisig sembrino transazioni ordinarie “single-sig”, risparmiando così agli utenti costi di commissione e garantendo maggior privacy.

I DLC sono un nuovo fondamentale metodo per portare lo smart contracting sulla rete Bitcoin e poter assistere ad un così incessante sviluppo della blockchain più solida in circolazione dovrebbe renderci tutti particolarmente entusiasti. Per sapere di più sull’avanzamento tecnico dei DLC è possibile dare un'occhiata al blog di Suredbits.