Home Ultime Notizie E’ ufficiale: PayPal supporta i pagamenti in Bitcoin

E’ ufficiale: PayPal supporta i pagamenti in Bitcoin

L’avevamo ampiamente annunciato negli scorsi mesi, dati i rumors insistenti presenti in rete. Ora che pare tutto confermato, possiamo dirlo in modo ufficiale: si possono comprare criptovalute anche con PayPal. Non solo: la novità più interessante è che il celebre portale di trasferimento di denaro fungerà anche  da strumento per  i pagamenti in cripto. Una vera rivoluzione è alle porte!

Bitcoin su PayPal

La conferma è arrivata nella giornata di ieri a seguito di un comunicato sull’agenzia di stampa Reuters, rilasciato dal Chief Executive di Paypal Dan Schulman: a partire dall'inizio del 2021 i clienti Paypal potranno spendere concretamente le proprie criptovalute (per effettuare acquisti o pagare servizi) negli oltre 26 milioni di attività al mondo che si avvalgono del servizio.

PayPal ad oggi attualmente conta sull’esorbitante numero di ben 346 milioni di account attivi che – solo nel secondo trimestre 2020 – hanno movimentato pagamenti per un totale di ben 222 miliardi di dollari.

Come pagare con Bitcoin su PayPal

Almeno inizialmente, però, i pagamenti in criptovaluta effettuati su PayPal verranno gestite con valute a corso legale (come dollaro o euro), pertanto coloro che riceveranno il pagamento si vedranno accreditati dollari o euro (o la loro valuta di riferimento).

Questa particolarità fa sì che concretamente le criptovalute  restino all’interno del circuito Paypal: per utilizzarle sulla rete di pagamenti bisognerà quindi di volta in volta acquistarle e venderle, cosa possibile naturalmente  tramite la app PayPal.

Se si è in possesso di un wallet privato in cui già si conservano criptovalute, non sarà possibile trasferirle su Paypal abbiamo un wallet personale e siamo già in possesso di fondi in criptovalute, non li potremo trasferire su PayPal. E ancora: le criptovalute non potranno essere trasferite tra singoli utenti, bensì solo indirizzate ai pagamenti verso i commercianti. Ciò significa che PayPal gestirà il rischio di fluttuazioni dei prezzi (come sappiamo, ben noto e frequente nell’universo cripto).

Quali criptovalute supporta PayPal?

Secondo le prime indiscrezioni, oltre a Bitcoin (principale criptovaluta dell’universo crittografico) su PayPal si potranno gestire anche Ethereum, Bitcoin Cash e Litecoin. Ad oggi non si sa se i vertici Paypal abbiano intenzione di allargare il supporto anche ad altre monete (magari alla celebre Ripple, che negli ultimi anni ha avuto grande successo nel settore bancario).

Del resto, Schulman ha affermato che “Stiamo lavorando con le banche centrali e stiamo pensando a tutte le forme di valute digitali e al modo in cui PayPal può svolgere un ruolo”. Questo fa presagire un impegno di PayPal sempre crescente per divenire il punto di riferimento principale nell’ambito dei pagamenti in criptovaluta.

Il mercato – era logico ed evidente – ha risposto in modo molto positivo, dal momento che il valore di Bitcoin è salito quasi del 6% nelle ultime 24 ore, toccando quota 13 mila dollari (traguardo che mancava da un anno e mezzo).