Exchange di criptovalute sponsorizza la Turchia

Quando si osserva una partita di calcio in TV, molte volte capita di chiedersi, osservando le maglie di questa o di quella squadra, “di che cosa si tratti lo sponsor sulla maglia”. Molte volte, infatti, non è così immediato il legare un marchio ad una azienda, che sia alimentare, di trasporti, di pneumatici, di gambling o di altro ancora.

Gli appassionati di criptovalute, però, la prossima volta che vedranno giocare la nazionale di calcio turca, non avranno problemi a capire di cosa si occupi il suo main sponsor: BTCTurk, infatti, è il nuovo sponsor della nazionale turca maschile e femminile di calcio.

Il comunicato di agosto

La Federcalcio Turca, con un comunicato emesso appena dopo ferragosto, ha confermato la partnership con BTCTurk, il più importante Exchange di criptovalute con sede in Turchia.

BTCTurk ha stretto infatti una collaborazione della durata di 28 mesi con la Federazione Calcistica della Turchia, divenendo così il primo Exchange di criptovalute a sponsorizzare una nazionale di calcio. Il logo della piattaforma, per la verità, non sarà esattamente presente sulle maglie indossate durante le partite, ma soltanto sulle maglie da allenamento dei giocatori che usano durante il riscaldamento.

Secondo l’annuncio ufficiale di BTCTurk, questo accordo di sponsorizzazione con il sostegno della Federcalcio turca (TFF) corrisponde ad una “partnership molto significativa”: evidentemente, l’accordo oneroso risulta essere abbastanza impegnativo.

Il precedente con la Super Lig

Non è esattamente la prima volta che un Exchange supporta però una formazione di calcio; o meglio, se questa è la prima volta con una nazionale, in passato sempre BTCTurk aveva stretto un’altra partnership, stavolta con una squadra di club: nella scorsa stagione, infatti, era stato lo Yeni Malatyaspor (squadra della Super Lig, la Serie A turca) a venire “griffato” dall’Exchange turco.

Turchia criptovalute

Le criptovalute in Turchia

La Turchia non ha ufficialmente riconosciuto la valuta digitale come mezzo di scambio, ma riscuote grande successo nel paese. Un recente sondaggio ha mostrato che un intervistato turco su cinque possiede la valuta digitale.

Infatti, l’elevata inflazione sta minando la fiducia dei residenti turchi nella valuta fiat della lira del paese.
Nonostante l’intervento sul mercato e le rassicuranti notizie del governo sulla stabilità valutaria, la fiducia locale nella lira è ancora in calo.

Attualmente il tasso di inflazione è dell’11,8%, che ha superato gli interessi previsti per il risparmio bancario.

Le reazioni del calcio turco

Risulta interessante leggere nella home page di BTCTurk quelle che siano le reazioni dei protagonisti del calcio turco in relazione a questa singolare (ma avveniristica) partnership.

Primo fra tutti, il presidente della Federazione Calcistica Turca, Nihat  Ozdemir, che nel lodare l’apparentamento ha aperto ad una possibilità piuttosto suggestiva:

i contratti stipulati tra squadre e giocatori fungono da base. Se entrambe le parti concordano su un pagamento tramite criptovalute, allora si può fare.

In altre parole, se il contratto lo permette, il pagamento può essere effettuato con Bitcoin, oro o altri asset di valore.”

Certo, un giocatore della massima serie turca pagato in Bitcoin darebbe una bella spinta, a livello di immagine e popolarità, alla regina delle cripto.. staremo a vedere.

In seguito è stata la allenatrice della nazionale femminile  Necla Güngör Kıragası, a esprimersi in modo molto positivo, evidenziando tra le righe come sia elevato l’apporto dell’exchange alle nazionali turche:

“Il nostro obiettivo è rendere la Turchia uno dei Paesi leader nel calcio femminile. Con il supporto del nostro nuovo sponsor BTCTurk, credo che sia possibile raggiungere tale traguardo.”

Infine è stata la volta del CEO di BTCTurk, Özgür Güneri , che ha commentato l’importanza dell’accordo valido per 28 mesi. Ha affermato che la collaborazione con le squadre di calcio aiuterà a collocare BTCTurk come marchio principale di scambio di criptovaluta nel mondo. 

“Siamo molto orgogliosi di essere uno dei  principali sostenitori delle nostre Nazionali al Campionato Europeo UEFA, che si terrà nel 2021”

Turchia che, peraltro, sarà nel girone dell’Italia: chissà se anche il pubblico azzurro potrà incuriosirsi e approfondire la possibilità di acquistare criptovalute…