Google Trends conferma il grande interesse per gli NFT

Nelle ultime settimane abbiamo assistito ad un fenomeno inerente una tecnologia “parallela” a quella di Bitcoin, criptovalute e blockchain.

Ovvero, quella degli NFT, i noti non-fungible token, che in un modo o nell’altro si stanno ricavando una fetta importante di notorietà nel settore crittografico.

E a testimonianza di ciò, risulta più che significativa l’analisi dell’andamento della parola “NFT” su Google Trends, che evidenzia come per gli NFT vi sia un picco di interesse.

Google ed NFT

Gli NFT stanno vivendo il loro periodo di massima popolarità. Lo strumento Google Trends (utile a verificare le tendenze di ricerca sul web) rivela come le ricerche attualmente effettuate per la parola “NFT” siano pressoché al massimo storico, sia in Italia che nel mondo.

I risultati di Google Trends, ovviamente, vengono considerati come dei veri e propri “indicatori di popolarità,”: come è facile immaginare, ad un crescente interesse su Google corrisponde anche un probabile crescente utilizzo dello strumento in oggetto.

NFT nel mondo

I numeri, per la parola NFT, sono piuttosto significativi: detto che le ricerche sono cresciute nel mondo del 426%, vi sono alcune query segnalate in grande impennata, come “come creare un NFT”, “NFT arte e finanza” o “come comprare un NFT”.

All’aumento della popolarità, corrisponde l’attivazione di un meccanismo consequenziale: più ricerche su Google generano maggiore interesse, maggiore interesse genera maggiore acquisto, maggiore acquisto genera curiosità che porta ad altre ricerche su Google.

Google Trends fornisce anche dati corrispondenti all'interesse relativo diviso per regione. E’ interessante notare come ad settembre 2021 le nazioni che ricercano maggiormente la parola “NFT” sono la Cina (che distacca nettamente tutti gli altri paesi), seguita da Singapore, Hong Kong, Filippine e Canada. Con gli Stati Uniti al settimo posto, in questa particolare classifica l’Italia occupa la 44esima piazza. 

Ad oggi, poi, Google ci informa che oltre alla parola “NFT”, vi è un interesse crescente per termini come “Art finance”, “Investimento”, “Arte digitale”: questo perché la curiosità verso “NFT” trascina idealmente dietro sé un intero settore, quello artistico.

Casi di NFT di grande successo

Che gli NFT suscitino questa grande curiosità non è certo una sorpresa: basti vedere, ad esempio, in Italia ed in Europa, come questi token digitali siano stati recentemente presi in considerazione in varie circostanze.

Solo in ordine temporale, abbiamo visto svariate casistiche di utilizzo di NFT nel settore sportivo, con l’emissione da parte dell’Autodromo di Monza dei propri NFT in occasione del Gran Premio di Formula Uno; oppure la squadra di calcio della Fiorentina, che ha emesso la versione digitale della propria maglia. Abbiamo visto come gli NFT siano attualmente accostati alla NFL, o anche nella moda.

Oltretutto, non possono che incuriosire i token milionari con cui artisti più o meno noti si stanno arricchendo in tutto il mondo.

Questo ha fatto sì che vi siano state una serie di massive ricerche su “come creare il proprio NFT”, o “dove comprare e vendere gli NFT”.

Del resto, il mondo dell’arte è sempre stato molto particolare: e in esso gli NFT, token unici non contraffabili, stanno trovando il proprio compimento.