Non solo Bitcoin: anche Ethereum ad un passo dal record

Il mercato delle criptovalute, a cavallo tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021, è in un momento di grande enfasi: non solo il Bitcoin, nei primi giorni di gennaio, ha addirittura toccato il record storico dei 30.000$ di valore, ma anche Ethereum (la seconda moneta dell’universo crittografico in termini di popolarità e utilizzo) tocca vette straordinarie.

Che cos’è Ethereum?

Anzitutto, un breve riepilogo: Ethereum, infatti, è una piattaforma decentralizzata del Web 3.0 utile alla creazione e pubblicazione peer-to-peer di contratti intelligenti ( i cosiddetti “smart contracts”, ovvero contratti auto eseguibili che regolano accordi della sfera giuridico-patrimoniale).

Nato nel 2013 dalla genialità progettuale del russo Vitalik Buterin, oggi Ethereum – in termini di market cap – è infatti seconda solo a Bitcoin.

Il 2021 di Ethereum

Come per Bitcoin, anche Ethereum sta vivendo giorni di grande entusiasmo: nella mattinata del 4 gennaio, infatti, ETH ha toccato il secondo punto più alto della propria storia, ovvero un valore di 1.094$ secondo solo ai 1.111$ evidenziati nel gennaio 2018. Il market cap risulta in costante ascesa (con un valore attuale di circa 116 miliardi di dollari), ma il dato più impressionante è il volume di scambio medio di giornata, attualmente di circa 61 miliardi di dollari, in linea col volume di scambio Bitcoin.

Nel 2020, del resto, ETH è stato l’asset che ha meglio performato , registrando un clamoroso +450% in dodici mesi, e –secondo gli analisti- pare esserci ancora moltissimo spazio di crescita.

Non vi sono dubbi sul fatto che il Bitcoin abbia sinora monopolizzato l’attenzione dei mercati. Finchè la criptovaluta ideata da Satoshi Nakamoto proseguirà nella sua formidabile ascesa, sarà difficile che anche Ethereum non benefici della straordinaria cavalcata.

Ma il crescente interesse dei grandi investitore della finanza globale ( incluse anche alcune aziende di rilievo del settore dei pagamenti digitali) nei confronti del settore delle monete elettroniche sta senz’altro incentivando gli investitori a diversificare il loro portafoglio: strategicamente parlando, quindi, Ethereum resta la prima scelta utile ad accompagnare Bitcoin.

Fonte: Goldprice

Come investire in Ethereum?

Per potere investire in questo tipo di asset finanziario, e in generale nelle criptovalute, avremo bisogno dell’aiuto di una piattaforma per il trading online, e quindi di conseguenza di un Exchange online. Nel nostro portale vi sono diverse tipologie a cui affidarsi per acquisire ETH e altre criptovalute, basandosi anche sugli strumenti di supporto e di previsione forniti dagli Exchange stessi.

Le altre altcoin

Anche il resto del mercato è cresciuto sfruttando la scia delineata da Bitcoin (BTC). Litecoin (LTC), ad esempio, è in positivo del 18% se comparato alla principale criptovaluta (con un valore che oggi tocca i 155$), mentre Bitcoin Cash (BCH, quota 410$) e Cardano (ADA, valore 0,21$) rispettivamente del 13,3 e del 9,7 percento.

Quanto Bitcoin trascini il mercato, paradossalmente, si concretizza nel rapporto di crescita rispetto a Ripple: quest’ultima, nonostante una causa legale attualmente in corso con la SEC,  ha in ogni caso ottenuto una crescita del 7% rispetto a BTC.

In soldoni, quindi, finchè Bitcoin cresce, il mercato non può che rispondere positivamente, e pressoché tutte le altcoin dovrebbero beneficiarne, rinforzandosi in termini di valore e di market cap.

Non resta che continuare a monitorare il mercato, fiduciosi che il 2021 possa riservare un andamento positivo per Bitcoin e criptovalute in generale