Home Metaverso Solana e giochi NFT

Solana e giochi NFT

Shannon Studstill ha fatto parte del colosso PlayStation come co-fondatore del Santa Monica Studio di Sony, che è stato produttore principale del grande successo del 2005 “God of War” ed ha lavorato a numerosi altri titoli. Dopo un breve periodo nel team Stadia di Google, ora mira a lavorare con milioni di utenti per sviluppare nuovi franchise di intrattenimento tramite organizzazioni autonome decentralizzate (DAO) su Solana. Dopo che Sundaram è entrato a far parte del team di Google Stadia nel 2020 come direttore del suo Playa Vista Studio, i due si sono allineati sulle possibilità relative ai contenuti generati dagli utenti (UGC), ma volevano allontanarsi dalla creazione di giochi tradizionali e creare un valore differente. “Quando DAO e NFT hanno iniziato ad esplodere, eravamo tipo: Aspetta, quanto è incasinato che queste persone facciano tutte queste cose e non abbiano la proprietà di ciò che costruiscono?” disse Sundaram. “Possiamo correggere così tanto di ciò che ora sembra sbagliato quando vedi cosa possono significare queste nuove tecnologie“. Nello specifico ci si riferisce alla blockchain di Solana, vediamo come.

Neo Fairies

Neo Fairies è il primo progetto uscito dall'iniziativa di creazione collaborativa basata sul DAO di Luda, ma non è stato concepito sin da subito come un videogioco. L'obiettivo di Luda Projects fin dall'inizio è stato quello di nutrire i creatori in erba consentendo loro di sviluppare i propri personaggi, e Neo Fairies si concentra specificatamente in uno scenario di gioco fatato come si può ben intuire. Neo Fairies consente ai giocatori di creare e definire la storia della propria fata in un mondo “fantasy-punk”.Questa è l’idea. Quello che vogliamo che diventi, per cominciare, è un mondo di storie che costruiamo insieme alla comunità, ma daremo alla comunità gli strumenti per farlo direttamente“.

Gli utenti potranno scegliere un punto su una mappa del mondo reale e coniarlo come Solana NFT, nonché creare una fata unica e coniare un NFT per dimostrare la provenienza e la proprietà. Il conio sarà gratuito, a parte le commissioni di transazione (che in genere sono una frazione di un centesimo su Solana), e l'obiettivo è quello di dare ai partecipanti qualcosa che possano rivendicare come proprio.

Luda aprirà la comunità di Neo Fairies DAO alla fine di questo mese e consentirà alle persone di rivendicare un posto sulla mappa del mondo, prima di lanciare la piattaforma di creazione delle fate entro la fine dell'anno. Le immagini di Neo Fairies mostrano una sorta di app social a tema fatato, come un gioco di ruolo su Facebook in cui le persone possono plasmare i propri personaggi all'interno di una comunità.

Abbiamo pensato a progetti UGC in cui ci sono milioni di persone, non qualche migliaio“, ha spiegato Sundaram. “Le persone vanno su Minecraft e pagano per costruire una struttura, oppure creano un qualcosa non perché vogliono scambiarlo per soldi. Lo fanno perché sono genuinamente ispirati in modo creativo”. Neo Fairies spera di accendere la stessa scintilla negli utenti, ma inizialmente per costruire storie che possano essere eventualmente trasportate attraverso piattaforme multimediali. L'obiettivo non è quello di produrre NFT superpreziosi, un'idea dunque che respinge la frenesia speculativa che ha dominato gran parte della conversazione sugli NFT.

Una riformulazione degli NFT

Neo Fairies è basato sulla tecnologia Web3, ma Sundaram ha affermato che gli NFT sono solo un modo per “le persone di capire ciò che possiedono”. Un NFT è un token blockchain che trasmette la proprietà di un oggetto e, in questo caso, Solana NFT legherà ogni fata immaginaria al portafoglio del creatore.

NFT di Ethereum di alto valore come il Bored Ape Yacht Club e CryptoPunks , che hanno venduto fino a milioni di dollari ciascuno, non sono in linea con gli obiettivi di Luda. “È l'esatto contrario di tutto ciò che vuoi per UGC, giusto? Il prezzo elevato, scarsi o comunque limitati e non puoi trasferirli“, ha affermato Sundaram dei costosi progetti NFT citati. Ma potrebbe essere un messaggio difficile da trasmettere. Nello spazio di gioco tradizionale, molti giocatori respingono apertamente gli NFT, concependolo come un altro modo architettato dagli editori per estorcere denaro ai giocatori. E aggiungiamo che alcune truffe del mondo delle criptovalute ed i mercati estremamente fluttuanti non aiutano a migliorare tale percezione. “Penso che ci vorrà del tempo per mostrare loro ciò che non conoscono“, ha dichiarato Studstill dei core gamers.

Il ruolo del DAO

Come accennato, il tutto ruoterà attorno da un DAO. Un DAO è un modo in cui le persone possono collaborare e connettersi attorno ad uno scopo comune, e dove i diritti di appartenenza e governance sono spesso individuati attraverso un token crittografico. In questo caso, il conio di un NFT Neo Fairies gratuito consentirà ai creatori di accedere alla comunità DAO per partecipare allo sviluppo della storia e del franchise. Luda sta attivamente sviluppando un quadro legale per assegnare i diritti di proprietà intellettuale di Neo Fairies al DAO e consentire alla comunità di governare collettivamente lo sviluppo del franchise. È un processo ancora in corso, e vi si stanno avvicinando con molta attenzione. Il valore futuro del franchise aumenterà nel DAO, che può determinare come redistribuirlo.

Luda prevede che questo framework venga utilizzato da tutti i tipi di progetti creativi Web3. Neo Fairies è il primo IP alimentato dal protocollo Wonder decentralizzato basato su Solana , a cui Luda sta contribuendo e che è progettato per consentire la creazione da parte della comunità di un franchise di intrattenimento attraverso il conio NFT di massa, la governance DAO ed altri strumenti crittografici.

Sundaram crede che il prossimo franchise in stile Marvel o in stile Roblox potrebbe essere sviluppato da una comunità piuttosto che da un'azienda, con potenziali benefici che ritornano ai contributori che vi hanno dato vita. Neo Fairies è il primo tentativo di Luda di facilitare questo processo: “Facciamo interessare le persone in modo creativo. Non chiediamo loro molto, ma daremo loro molti strumenti. Lo renderemo divertente”, ha affermato. “Se avremo successo come comunità creando qualcosa di veramente speciale qui, allora ci avremo guadagnato tutti“.