Home Manuali d'uso Metodi più veloci per convertire Bitcoin in valute FIAT

Metodi più veloci per convertire Bitcoin in valute FIAT

Ci sono molti motivi per cui potresti voler convertire i tuoi Bitcoin in valuta FIAT tradizionale; banalmente anche per ragioni di reinvestimento finalizzate a trarre profitto da condizioni di mercato favorevoli. O ancora per godere di una maggiore flessibilità nei pagamenti quotidiani, e così via.

Anche la rapidità con cui avrai bisogno della valuta FIAT potrebbe finire per influenzare la tua scelta. Potresti aver bisogno di contanti pronti da impegnare in una situazione di emergenza, nel qual caso la velocità sarebbe essenziale nel liquidare le tue risorse digitali.

Fortunatamente, oggi scopriremo che sono disponibili diversi metodi, con varie differenze l’uno dall’altro.

Convertire mediante exchange di criptovaluta

Gli exchange di criptovaluta possono convertire i tuoi Bitcoin in denaro FIAT o altra criptovaluta, sono il metodo maggiormente conosciuto ed utilizzato per fare tali tipi di passaggi, cosa che li rende anche una buona scelta per i principianti che potrebbero sentirsi a disagio nell'usare opzioni più “esoteriche”. 

Tutti gli exchange hanno funzionalità di conversione crittografica che ti diranno prima quanta valuta tradizionale si può ottenere dopo aver effettuato una vendita. Tuttavia, un potenziale svantaggio è che possono essere necessari diversi giorni lavorativi per ritirare la tua valuta fiat dopo aver completato la transazione. Un numero crescente di exchange ha anche requisiti KYC (Know-Your-Customer) indispensabili per conformarsi alle leggi ed ai regolamenti degli stati dai quali operano, in quanto i paesi di tutto il mondo cercano di allineare la propria legislazione alle raccomandazioni della Financial Action Task Force (cosiddetta FATF).

I sostenitori della privacy sostengono che questi “requisiti KYC” debbano essere visti come una vera e propria compromissione della privacy degli utenti, e nel giugno 2020, è stato lanciato il sito Web “KYC, Not Me” che con un nome scherzoso elenca però quegli exchange che continuano a preservare la privacy degli utenti mediante differenti politiche di verifica o comunque di “verifica lite”.

Ci sono una serie di exchange consolidati tra i quali anche Coinbase, Binance, Gemini e Bittrex, che enfatizzano la loro facilità d'uso (aspetto ideale se sei nuovo allo scambio di Bitcoin con denaro). 

Exchange peer-to-peer

Gli exchange peer-to-peer sono un'opzione più “informale”, ma che comunque funge da mercato aperto tra acquirenti e venditori; ogni parte stabilisce un proprio prezzo di acquisto o di vendita corrispondente al tipo di criptovaluta ricercata.

Ci sono effettivamente molte possibilità se si sta cercando di vendere i propri Bitcoin per fiat. Questi exchange sono decentralizzati e molti di essi non richiedono alcun controllo di identità, così da preservare il completo anonimato degli utenti. Tuttavia, anche diversi exchange peer-to-peer quali ad esempio LocalBitcoins e Paxful hanno iniziato a introdurre alcuni protocolli KYC in grado di migliorare la conformità con le normative AML.

Bisq è un esempio di exchange che funziona “su base peer-to-peer”. Il tempo di negoziazione varia da uno a otto giorni, a seconda del metodo selezionato. LocalCoinSwap è un'altra possibilità. Sebbene gli exchange peer-to-peer offrano più tipi di scelta, permangono certi rischi dei quali essere consapevoli legati ad eventuali utenti disonesti. Tuttavia, va detto che sono attive apposite procedure di risoluzione delle controversie.

Convertire mediante Bancomat di Bitcoin

Esiste un numero sempre più crescente di bancomat Bitcoin in tutto il mondo, oltre diecimila ormai.

I bancomat Bitcoin assomigliano praticamente a qualsiasi altro bancomat. La differenza fondamentale è che mentre i normali sportelli automatici erogano contanti, gli sportelli automatici Bitcoin consentono alle persone di scambiare Bitcoin (e talvolta anche altre criptovalute), proprio nel minimarket, al centro commerciale o nel parcheggio. 

Esistono due tipi di ATM Bitcoin: ATM unidirezionali e bidirezionali. Gli sportelli automatici unidirezionali ti consentono di acquistare Bitcoin, utilizzando contanti o carta. (Quelli che accettano contanti, quindi, non richiedono conti bancari, a differenza dei normali bancomat.) Gli sportelli automatici Bitcoin bidirezionali ti consentono di vendere i tuoi Bitcoin in cambio di contanti.

Il primo bancomat pubblico di Bitcoin è stato aperto il 29 ottobre 2013 a Vancouver, in Canada. Spesso, siccome alcune banche bloccano le transazioni di criptovaluta, l’unico modo per i titolari di conti bancari di ottenere Bitcoin è proprio quello di utilizzare un bancomat Bitcoin.

Recentemente, le autorità di regolamentazione hanno rivolto la loro attenzione agli sportelli automatici Bitcoin nel tentativo di combattere il riciclaggio di denaro. In questi giorni, gli ATM Bitcoin negli Stati Uniti (dove se ne trovano la maggior parte) sono controllati dal Financial Crimes Enforcement Network (FinCEN), mentre in Canada, una legge approvata di recente obbliga gli operatori ATM Bitcoin a segnalare tutte le transazioni superiori a 10.000 dollari canadesi. Tuttavia, per piccoli acquisti, i bancomat Bitcoin possono rimanere un metodo conveniente per ottenere Bitcoin senza dover passare attraverso la seccatura di creare un account in un exchange di criptovaluta.

Per utilizzare un bancomat, avrai bisogno di un indirizzo Bitcoin, che per la maggior parte delle persone significa ottenere un wallet Bitcoin. Alcuni bancomat stamperanno un portafoglio di carta qualora non si abbia già un wallet a portata di mano. Questo portafoglio di carta avrà una chiave privata, della quale si avrà bisogno per accedere al proprio portafoglio.

Per acquistare Bitcoin utilizzando un bancomat, bisognerà chiedere al bancomat Bitcoin di scansionare il codice QR del proprio portafoglio. Dopodiché, va inserita la quantità di valuta fiat che si intende depositare nella macchina, quindi completato qualsiasi controllo ID (se presente), che potrebbe comportare l'invio di un codice di sicurezza al tuo telefono. Inserisci il codice di sicurezza per completare la transazione; il Bitcoin di solito finirà nel tuo portafoglio in circa dieci minuti. Per vendere Bitcoin, fai più o meno lo stesso, ma premerai “vendi” anzichè “compra”.

Esistono diversi siti Web per trovare un bancomat Bitcoin vicino a dove ci troviamo. Una delle opzioni principali è CoinATMRadar, che funziona inserendo un indirizzo, quindi generando un elenco degli sportelli automatici più vicini. Il sito presenta anche recensioni di sportelli automatici, sebbene un numero significativo non disponga di alcun dato di revisione. 

Bitcoin.com ha il proprio radar ATM. Esso è essenzialmente alimentato da CoinATMRadar e presenta i risultati in una mappa user-friendly che ti consente di ingrandire diverse aree del mondo per vedere quanti bancomat Bitcoin ci sono in ogni regione. Il sito ti dice anche se un bancomat è aperto a tutte le ore e quali valute crittografiche e legali supporta.

Esistono anche diverse app mobili per localizzare i bancomat Bitcoin. Se è vero che il più popolare rimane CoinATMRadar, che ha oltre 100.000 download su Google Play Store, Bitmap è il suo principale concorrente. Vanta oltre 10.000 download su Google Play Store. L'app si interrompeva spesso in passato, imputando il fail ad una fantomatica “cattiva connessione a Internet”, anche quando il telefono era in realtà connesso a Internet, problema che oggi sembrerebbe tuttavia ormai risolto. Bitcoin.com non ti consente di cercare bancomat Bitcoin nella sua app, quindi CoinATMRadar sembra come dicevamo la scelta migliore.

Abbiamo dunque visto che se si ha bisogno di contanti in fretta, i Bitcoin ATM possono essere un'opzione valida ed anche rapida (pure relativamente anonima) per convertire Bitcoin in fiat. Tuttavia, ci sono degli svantaggi: mentre il numero di bancomat di Bitcoin in tutto il mondo è in crescita, non sono ancora disponibili in tutti i paesi e potrebbe volerci un bel po' prima che vedano la capillare adozione necessaria a renderli un’alternativa credibile. Inoltre, va detto che vengono addebitate commissioni piuttosto elevate ed imposti limiti di prelievo stringenti (ciò non sorprende, poiché sono limiti che derivano dalla quantità di denaro che può essere fisicamente immagazzinata).

Carte di debito in criptovaluta

Se stai cercando di spendere rapidamente i tuoi Bitcoin, una carta di debito speciale è l'opzione di conversione crittografica più veloce di tutto questo elenco; in effetti l’operazione si esaurisce in un istante. Funziona come una carta di debito convenzionale, ma preleva fondi dal tuo wallet Bitcoin digitale anziché da un conto bancario normale. 

Ciò significa che potrai spendere i tuoi Bitcoin presso qualsiasi commerciante che accetta il marchio della carta di debito posseduta. Revolut offre un'opzione Mastercard, ad esempio, mentre Wirex è uno dei tanti ad offrire un'opzione Visa. Molti exchange di criptovaluta ora offrono anche una carta di debito in determinati territori, inclusi Coinbase e Binance.

Una volta che ti sei registrato per una carta (cosa che ovviamente richiede del tempo) è solo questione di acquistare un po' di Bitcoin tramite la piattaforma che hai scelto, o di inviare alcuni dei tuoi Bitcoin all'indirizzo del portafoglio associato alla carta.

Tuttavia anche questo tipo di operazion presenta alcuni svantaggi. I fornitori in genere addebitano commissioni di transazione e impongono limiti di spesa come visto per i Bitcoin ATM. Inoltre, non sono disponibili in tutti i territori e bisognerà seguire le procedure KYC della banca o dell'exchange per registrarsi ed ottenere una carta di debito. 

Teniamo comunque presente che non è sempre stato così facile per le persone scambiare i propri Bitcoin con valuta FIAT in passato, ma negli ultimi anni molto è cambiato. Qualunque opzione tu scelga, non dimenticare, ricerca ed informati a lungo prima di operare per poi ricevere nelle peggiori ipotesi delle amare sorprese.