Paxful recensione ed opinioni: La guida completa del 2021

Paxful è stata fondata nel 2015 da un team di programmatori intenzionati a fornire una mediazione tra acquirenti e venditori di Bitcoin. Questa piattaforma peer-to-peer si è fatta notare subito per il gran numero di canali attraverso i quali è possibile effettuare pagamenti. Ad oggi, il numero di utenti iscritti al servizio con sede a New York ha superato quota 2 milioni.

Le caratteristiche di Paxful

L'interfaccia utente del crypto market Paxful è semplice da usare e facile da navigare. Il processo di registrazione e verifica risulta altrettanto semplice e accurato. Gli utenti Paxful hanno la possibilità di creare account Venditore semplice o Fornitore (Avanzato) per commerciare bitcoin in contanti, buoni regalo, carte prepagate e altro ancora. Una recente partnership con Binance consente di acquistare e vendere valute digitali su Paxful anche usando il proprio conto Binance.

La tolleranza verso i tentativi di frode è pari a zero: è molto facile infatti, ritrovarsi con l'account “congelato” a causa di una controversia emersa nello scambio. Al tempo stesso, gli stessi utenti decidono quante informazioni personali identificabili fornire per qualsiasi transazione. Quindi è possibile trattare pur rimanendo anonimi.

homepage-paxfulEsiste una Paxful App?

Tra le altre caratteristiche chiave dell'iscrizione a Paxful spicca un bitcoin wallet gratuito (senza scadenza) gestito dal provider BitGo. Il portafoglio che semplifica l'invio, la ricezione e la memorizzazione di criptomonete esiste anche sotto forma di App, su piattaforme mobile iOS e Android.

Opinioni Paxful: Criptovalute supportate

Sebbene Bitcoin sia la principale criptovaluta supportata e promossa, su Paxful è anche possibile scambiare le seguenti criptovalute come forma di pagamento: Bitcoin Cash, Ethereum, Litecoin, Dash, Bitcoin Gold, Ethereum Classic, Dogecoin, Ripple, Zcash, Cardano, Tron, Electroneum, Verge, Icon , Raiblocks, Augur, Siacoin, Bitshares, Dentacoin, Digibyte, EOS e Tether.

Opzioni di pagamento

Non c'è limite all'importo che possiamo acquistare o vendere e per commerciare è possibile scegliere tra più di 300 opzioni di pagamento. Una completezza davvero notevole. Oltre a gestire scambi di Bitcoin con altre valute, Bonifici bancari, Wallet online, Paypal, Google Pay, ApplePay, PostePay, Western Union, Skrill (vedi recensioni skrill), Carte di credito e Gift Card (Carte regalo)… la piattaforma ci assiste nel caso di transazioni gestite con Pagamenti in contanti effettuati di persona, Beni o asset. Questo significa che sarà anche possibile mettersi d'accordo per acquistare bitcoin in cambio di oro, gioielli, automobili, beni di prima necessità o prodotti elettronici.

Recensione Paxful: Commissioni

Non ci sono commissioni per i compratori che acquistano passando dal market Paxful. Ai venditori viene invece addebitata una commissione base dell'1% per ogni affare portato a conclusione. Questa cifra può oscillare tra il 2-5% se c'è una eventuale carta regalo abbinata alle transazioni. La commissione per i bonifici bancari è pari al classico 0,1%.

Il vero costo a cui prestare maggiore attenzione è il tasso di cambio. Su Paxful, sono infatti i singoli venditori a definire i propri prezzi, leggermente ritoccati verso l'alto rispetto al valore del Bitcoin, per la rapidità e la convenienza offerta da questo trasferimento peer-to-peer. Nella maggior parte dei casi infatti, il Bitcoin acquistato compare immediatamente nel nostro portafoglio elettronico.

portafoglio-paxfulValute Fiat supportate

Il marketplace Paxful è accessibile nei maggiori paesi, tra Italia, Stati Uniti, nel Regno Unito, in Cina, Australia, Canada, India, Giappone, Nigeria, Messico, Brasile, Russia e altro ancora. Le principali valute sono tutte supportate. La chiave sta solo nel trovare acquirenti o venditori disposti a trattare con le nostre richieste specifiche (è disponibile una chat per comunicare direttamente con il venditore e discutere la negoziazione in modo più dettagliato, se necessario). Dato che i venditori scelgono i tassi di cambio che vogliono offrire, occorre confrontare bene le tariffe prima di scegliere.

Valute legali supportate: USD, EUR, DZD, XCD, ARS, AMD, AWG, AUD, AZN, BSD, BHD, BDT e oltre 140

Recensione Paxful: è una piattaforma sicura?

I server Paxful sono protetti con protocolli di sicurezza standard del settore bancario. Il portafoglio Paxful richiede un'autenticazione a 2 fattori basata su SMS e indirizzo email. A ciascun trader viene assegnato un punteggio di reputazione basato sui rapporti precedenti e sul feedback degli altri utenti. Si consiglia di acquistare da account che abbiano almeno un anno di età e un punteggio di feedback di +500 o superiore.

Un sistema di deposito a garanzia chiede di depositare i Bitcoin in anticipo e li tiene bloccati in un conto deposito di sicurezza (un account separato). Solo una volta che tutti i termini della vendita sono stati rispettati, i bitcoin in ballo vengono rilasciati e la trattativa completata. All'acquirente viene data la possibilità di annullare l'operazione in qualsiasi momento ma c’è un timer di due ore per completare il pagamento. Se non viene completato il pagamento entro questo tempo il Bitcoin viene restituito al venditore.

Per restare al sicuro occorre comunque evitare ogni maliziosa proposta che ci chiede di uscire a commerciare fuori da Paxful.

Nota:

Anche se viene fornito un portafoglio gratuito dalla piattaforma stessa, è inoltre buona prassi non conservare i bitcoin nel portafoglio Paxful a lungo termine ma spostarli in un wallet hardware come Trezor One o Ledger Nano X.

Assicurazione

Paxful gestisce un mercato peer-to-peer decentralizzato (senza intermediari di terze parti) inevitabilmente caotico. Blocchi ed eventuali rimborsi di uno scambio fraudolento saranno più che altro legati al metodo di pagamento che è stato scelto. Ad esempio, Paypal e carte di credito/debito offrono un'assicurazione aggiuntiva per le frodi, mentre le carte regalo pagate in contanti e non rintracciabili, rappresentano un rischio maggiore per il venditore che deve ricevere un pagamento.

Recensione Servizio Clienti Paxful

Le opinioni su Paxful parlano di un'assistenza clienti sorprendentemente reattiva. Il sito gestisce un centro di assistenza ben attrezzato ed è possibile contattare il team di supporto in vari modi. Non solo via e-mail, ma anche tramite chat online, telefono e sui loro canali di social media.

Un servizio Assistenza VIP è poi previsto per quei fornitori che muovono grandi volumi d'affari.

Telefono: +1 (865) 272-9385

Email: help@paxful.com

wallet-paxfulProgramma affiliati

Volete creare un altro flusso di entrate su Paxful? L'interessante sistema di condivisione permette di guadagnare una commissione ogni volta che un amico, parente o follower acquista bitcoin. I profitti sono così differenziati: 50% delle commissioni per le operazioni escrow compiute dagli affiliati di 1° fascia e 10% delle commissioni per le operazioni degli affiliati di 2° fascia. Quando il saldo raggiunge l'equivalente di 10 USD, è possibile trasferire l'importo guadagnato come affiliato sul proprio wallet Paxful.

Come aprire un conto su Paxful?

Una volta cliccato sul collegamento presente sul nostro sito, creare un conto Paxful risulta semplice e veloce.
Raggiunta la home page Paxful, sarà sufficiente cliccare su “Accedi”-“Crea conto”.
A quel punto bisognerà indicare, negli appositi spazi, una password ed una email valida, per poi cliccare su “crea conto Paxful”. Ci verrà richiesta una piccola verifica grafica: sarà sufficiente muovere il mouse per completarla, come fosse un piccolo gioco.
Successivamente, va inserito il codice numerico nel frattempo arrivato alla mail indicata.
Ci siamo quasi: ora va indicato il numero di telefono, al quale il sistema manderà un sms. Tutta questa procedura è necessaria al fine di verificare la nostra identità.

Paxful

Una volta confermato, avremo accesso alla nostra Dashboard Paxful.

La Dashboard Paxful

La Dashboard di Paxful di fatto è un po’ la home page del nostro conto personale. E’ semplice e intuitivo: al centro potremo vedere un riepilogo dei vari metodi di acquisto di criptovalute (bonifico, paypal, Skrill, Postepay eccetera) mentre in alto a destra quattro tasti che portano alle azioni principali: “Compra Bitcoin”, “Invia & Ricevi”, “Sicurezza 2fa”, “Aiuto”.

Come verificare la propria identità con Paxful

Una volta effettuato l’accesso alla propria dashboard, per iniziare a comprare e vendere Bitcoin e criptovalute va verificata la propria identità tramite l’invio di un documento personale in corso di validità. Tale procedura è d’obbligo su tutti gli Exchange per via della legislazione italiana.

Bisognerà cliccare in alto a destra, a fianco del nostro credito (che, ovviamente, all’inizio sarà di 0,00€) e selezionare “Effettua verifica”.

Basta mettere il numero del proprio documento ed effettuare l’upload dello stesso. In poco tempo, il supporto Paxful accetterà il tutto e avremo la possibilità di utilizzare l’exchange nel pieno delle sue funzionalità. E soprattutto, non avremo limiti negli importi di compravendita.

Come acquistare Bitcoin con Paxful?

Paxful ci permette di comprare e vendere Bitcoin direttamente da altri utenti della rete, tramite (lo vedremo meglio in seguito) oltre 300 metodi di pagamento. E’ come detto un Exchange Peer to Peer.

Una volta selezionato il menù “compra” dalla home page, infatti, appariranno una serie di opzioni relative agli utenti del circuito Paxful che in questo momento stanno vendendo. Il metodo è estremamente intuitivo: ogni utente, infatti, vende un numero limitato di Bitcoin (l’equivalente, in qualche caso, anche di pochi euro). Qualora quell’importo fosse corrispondente a quello che noi cerchiamo, andrà selezionato il tasto “compra”, per passare ad una successiva schermata in cui va evidenziato l’importo in euro che si vuole trasferire e il metodo di pagamento che si vuole utilizzare.

A quel punto, cliccando su “Compra Ora”, si passerà ad una schermata di pagamento. Seguendo le istruzioni a video, in pochi minuti trasferiremo i fondi verso l’utente venditore, che a sua volta trasferirà i Bitcoin presso il nostro conto. Paxful tratterrà una piccola commissione per l’operazione.

Come vendere Bitcoin con Paxful?

La procedura di vendita di Bitcoin via Paxful è molto simile a quella di acquisto: dalla dashboard, infatti, va cliccato su “vendi” (posto in alto a sinistra) e verranno visualizzate tutte le richieste presenti nel circuito.

Similmente a quanto visto in fase di acquisto, va selezionato un utente, si indica il quantitativo di Bitcoin che si vuole mettere a disposizione e si imposta (seguendo fedelmente le istruzioni a video) il quantitativo di BTC da vendere.

Nota che vi sono svariati metodi di pagamento da parte dei venditori: ogni utente, a monte, imposta infatti il suo preferito.

I metodi di pagamento su Paxful

Fedelmente a quanto detto, quindi, va evidenziato come Paxful aiuti i venditori fornendo le statistiche sui metodi di pagamento più utilizzati dai compratori e dai venditori.

Dai dati forniti emerge che siano le Amazon gift card la parte più diffusa dei metodi di pagamento usati, ma ai primi posti troviamo anche:

  • Google Play Gift Card;
  • iTunes Gift Card;
  • Steam Wallet Gift Card;
  • eBay Gift Card;
  • Apple Store Gift Card;
  • Sephora Gift Card;
  • con Gift Card;
  • con Paypal.

Come creare un’offerta su Paxful

Supponiamo di voler mettere una inserzione, ovvero creare un’offerta su Paxful, di modo da dare la possibilità a qualche utente, in giro per il mondo, di vederla e mettersi in contatto con noi.

Dalla Home Page va selezionata la dicitura “Crea un’offerta”.

I passaggi successivi risultano piuttosto semplici ed intuitivi:

  • Va scelto il metodo con cui si vuol essere pagati: con gift card, con soldi veri, con trasferimenti online, trasferimento via TransferWise.
  • Va impostata la valuta di pagamento: USD, EUR, GBP. Scegliendo come metodo di pagamento TransferWise, si potranno ricevere più valute fiat in un solo account; basterà aprire altre proposte di vendita su Paxful, una per ogni valuta estera che si vuole accettare come metodo di pagamento.
  • Si imposta la percentuale di guadagno che si vuole realizzare sulla vendita di 1 BTC. Va poi impostato l'ordine minimo che l'utente può fare e quello massimo, a seconda di quanto si vuol vendere. Infine, va impostato un timer di scadenza, oltre il quale se un compratore non finalizza l'acquisto entro il tempo stabilito, l'ordine si cancellato e torna nella disponibilità di altri compratori.