Noleggio auto pagando in Bitcoin: si può fare

La rivoluzione digitale innescata dalla tecnologia blockchain e dalle criptovalute ha generato effetti a catena inimmaginabili, anche a causa di particolari condizioni, come ad esempio la pandemia dovuta al Covid-19, impossibile da prevedere, per l’appunto, o anche solo da immaginare: in un contesto di questo tipo diventa subito chiaro il perché la necessità di digitalizzare, e ancora di più di smaterializzare pagamenti, procedure e servizi, sia così impellente. Sempre più frequente, è quindi, decidere di investire una somma di denaro in criptovalute, anche per il singolo cittadino non necessariamente legato al mondo digitale o alla finanza: si potrà poi decidere se lasciare le monete elettroniche depositate nel proprio wallet digitale, sperando che aumentino di valore nel tempo, oppure usarle per acquistare beni, per effettuare pagamenti di servizi di varia natura e per reinvestirle in altre monete digitali, valutando di volta in volta il progetto che ne sta alla base.

La blockchain e i Bitcoin hanno, pertanto, ampiamente dimostrato la possibilità di rendere semplici, sicure e veloci, molte delle operazioni che compiamo giornalmente, dai pagamenti ordinari, all’acquisto di beni ben più consistenti come edifici e automobili.

Una novità nel campo dell’applicazione dei pagamenti con cripto monete in quest’ultimo settore arriva dal mondo del noleggio auto, quindi no, questa volta Elon Musk non c’entra.

Andiamo allora a scoprire come si legano monete digitali e autonoleggio.

Popmove: un nuovo modo di noleggiare e condividere l’auto, ovviamente in chiave cripto.

Nella situazione attuale, con una pandemia globale ancora in corso, non è difficile aspettarsi una crisi economica al seguito: questo aspetto è reso chiaramente evidente in molteplici settori, tra cui spicca anche quello delle automobili. Non sorprende, infatti, la volontà generale di risparmiare da parte del consumatore e, ovviamente, le spese per l’auto incidono notevolmente nel bilancio familiare: ecco perhè il settore del car sharing e del noleggio a lungo termine stanno prendendo sempre più piede; addirittura in alcuni casi si parla di una rivoluzione della concezione delle quattro ruote, puntando più all’utilizzo del mezzo, rispetto al suo possesso vero e proprio.

Come accennato poco sopra, però, la pandemia legata al Covid 19 porta con sé anche la necessità di non condividere l’auto con sconosciuti, ecco quindi che il noleggio, per un periodo breve o lungo che sia, può diventare davvero la soluzione ideale.

È proprio in questo contesto che si inserisce Popmove, una mobility company davvero innovativa, non solo per i servizi offerti, ma anche e soprattutto per la tipologia di pagamento che ha scelto di adottare e per la tecnologia di cui si avvale: ovviamente stiamo parlando di Bitcoin.

Infatti, con Popmove è possibile noleggiare un’auto e, per la prima volta in assoluto, pagarla in Bitcoin, senza bisogno di presentare documenti reddituali. La scelta di utilizzare come metodo di pagamento una criptovaluta non è affatto casuale, ma sposa a pieno la filosofia dell’azienda: la volontà è, per l’appunto, quella di segnare una svolta, un netto passaggio dall’analogico al digitale, dai moduli e la carta stampata all’app, dai veicoli a benzina a quelli elettrici, con la garanzia della massima flessibilità.

Come funziona Popmove

Come funziona davvero Popmove? In realtà è molto semplice: basta avere una carta di credito e un wallet digitale per il pagamento in cripto, scegliere il tipo di auto e decidere se noleggiarla in modo esclusivo o condividendola con un ristretto numero di persone. Per gestire il noleggio, poi, basta semplicemente scaricare un’app e registrarsi. La flessibità è totale: non ci sono limiti temporali al noleggio. Inoltre anche le rate sono flessibili, più l’utente tiene l’auto, più si abbassa la rata mensile del pagamento. Infine, è possibile riscattare il noleggio a lungo termine, saldando l’importo restante, calcolato in base al reale valoe di mercato tolte le quote versate per il noleggio. Anche gli oneri burocratici sono gestiti da Popmove: manutenzione, soccorso stradale, bollo e assicurazione non sono più un pensiero per il guidatore.

Anche in questo caso la criptovaluta va di pari passo con progetti innovativi, dinamici e smart, proprio come la tecnologia che ne sta alla base.