Sorare, ovvero il fantacalcio su Blockchain

“Cristiano Ronaldo!”

“Cento”. “Centocinquanta!”. “Duecento!”

Tutti gli appassionati del fantacalcio sanno quanto sia divertente ed emozionante, all’inizio della stagione calcistica, partecipare al Fantacalcio con gli amici, vuoi per dimostrare le proprie conoscenze calcistiche, vuoi – perché no – per la soddisfazione di sfilare qualche soldo ai propri compagni d’avventura.

Gli appassionati di cripto, con Sorare, possono ormai dare il benvenuto ad una realtà che si sta consolidando: quella del Fantacalcio su blockchain che, stiamone certi, rivoluzionerà aste e tornei virtuali fra amici.

Che cos’è Sorare?

Sorare è una startup lanciata  a marzo 2019 , basata sull’idea del Fantacalcio in rete. Ad oggi conta decine di migliaia di utenti e un volume di scambi per 350.000 dollari mensili, il tutto naturalmente usando la tecnologica blockchain. Sorare ha in programma di finalizzare entro la fine dell’anno licenze di partnership con 5 leghe e 150 club nel mondo, tra cui 3 nuovi club solo in Italia.

La giovane azienda, in queste ore ha annunciato un round di investimenti da 4 milioni di dollari guidato da e.ventures che le consentirà di assumere 10 persone entro la fine del 2020 e di rispondere così a una domanda sempre crescente.

Un fantacalcio 4.0

Sorare ha introdotto quella che potremmo definire come una “rivoluzione 4.0” che unisce sia il gioco del fantacalcio con la passione del collezionismo di figurine. Se per decenni gli appassionati di calcio hanno raccolto e scambiato materialmente figurine di giocatori, oggi, con il fantacalcio di Sorare vengono introdotte delle speciali carte da gioco digitali, ciascuna munita di licenza ufficiale. Quest’ultima consente agli utenti di possedere e scambiare le carte dei diversi giocatori, e in seguito di giocare l’uno contro l’altro al fantacalcio.

Sorare mette infatti a disposizione un vero e proprio marketplace dove gli utenti possono comprare, vendere e scambiare queste figurine digitali. Si tratta di figurine che sono numerate e autentiche. Per ogni calciatore esiste una sola figurina (“Unique”), ci sono inoltre le “Super Rare” (10 figurine) e le “Rare” (100 figurine). Tutto è supportato dalla blockchain di Ethereum, che viene utilizzata per definire perentoriamente il possesso di questa o quella figurina digitale, proteggendo così la rarità delle carte e le transazioni fra i giocatori.

fantacalcio blockchain
fantacalcio blockchain

Come funziona il fantacalcio su blockchain?

E’ molto semplice: per partecipare al fantacalcio su blockchain di Sorare, è sufficiente creare un team composto da 5 giocatori (e quindi,  in questo caso, da 5 figurine) , utile ad avere l’accesso a determinati tornei e campionati, al termine dei quali i vincitori riceveranno ricompense in valuta digitale.

Le partite sono influenzate sia dal rendimento dei giocatori nelle loro gare di Serie A, sia dalla rarità delle figurine digitali su cui sono raffigurati. Più rara è una figurina, meglio renderà in termini di performance settimanali.

La benedizione di Schurrle

Sorare, che ha visto crescere i propri dividendi dai 30.000 dollari di dicembre 2019 ai 350.000 di giugno 2020, ha trovato nell’attaccante tedesco Andre Schurrle il proprio ideale testimonial: l’attaccante tedesco campione del mondo 2014, infatti, ha dichiarato: “Da bambino adoravo collezionare i miei giocatori di calcio preferiti negli album Panini. Quando ho incontrato Nicolas e Adrien, sono rimasto immediatamente colpito dalla loro visione per il futuro del calcio: carte digitali di giocatori da poter utilizzare in un gioco fantasy sportivo. Le carte sono belle, il fantacalcio è per i fan che adorano questo bellissimo sport in tutto il mondo. Li aiuterò nel viaggio per costruire la forma più emozionante di fantacalcio”.

La curiosità, in effetti, è tanta: in vista dell’inizio del campionato 2020/2021, può forse già cominciare l’assalto alle figurine più rare!