Polkadot quotazione in tempo reale | Valore e storico di DOT

Prima di parlare del valore di Polkadot, andiamo a ripercorrere quello che è questa cripto: DOT, infatti, è una delle criptovalute più famose della rete, nello specifico la sesta maggiormente diffusa tra gli appassionati di monete elettroniche alle spalle del solo Bitcoin.

La criptovaluta Polkadot è una delle tecnologie che meglio si stanno affermando nel 2021: la moneta DOT, del resto, ha alle spalle un progetto particolarmente interessante supportato da un movimento giornaliero di valuta estremamente ampio, sintomo che questa idea sta entrando sempre più a far parte della quotidianità degli utilizzatori di blockchain e cripto monete.

Panoramica sul valore di Polkadot

Polkadot mira a risolvere i problemi attuali della crittografia, a partire dall’annosa questione della scalabilità. Per ovviare a questo problema, Polkadot si muove cercando di abilitare molteplici transazioni attraverso un sistema di “catene parallele”, che potranno dialogare tra loro dando modo alle varie attività di potersi sviluppare su blockchain differenti.

La rete Polkadot utilizza un meccanismo di consenso ibrido. Il consenso sulla catena di inoltro è una versione di Proof of Stake (PoS) chiamata Recursive Ancestor Deriving Prefix Agreement basata su GHOST.

Tale tecnologia ha scaturito un aumento esponenziale del valore del token DOT: a metà aprile 2021, infatti, prendendo come spunto i dati CoinMarketCap, Polkadot occupa l’ottava posizione in termini di diffusione assoluta, con una capitalizzazione di mercato pari a quasi 34 miliardi di dollari. Ad oggi DOT ha un'offerta circolante pari a quasi 986 milioni di token.

Quotazione del valore di Polkadot ad Aprile 2021

Attualmente il valore di Polkadot (DOT) si aggira intorno ai $34,35.

Negli ultimi 365 giorni, la crescita di Polkadot è stata vertiginosa, pari infatti al 463%: nell’aprile 2020 la singola moneta DOT valeva circa 5 dollari.

Fonte: CoinmarketCap

Dove acquistare Polkadot Crypto

Il luogo ideale in cui acquistare i token DOT di Polkadot è costituito dagli Exchange, ovvero i celebri marketplace virtuali dove poter ottenere monete crittografiche in cambio di valuta tradizionale.

Depositando quindi euro tramite uno dei tanti metodi di versamento (come bonifico bancario, carta di credito o  portafoglio elettronico), risulterà infatti possibile ottenere una moneta elettronica, e viceversa.

E a quel punto, una volta effettuato l’acquisto, bisognerà indirizzare i token verso il proprio wallet virtuale.

I principali Exchange nei quali è possibile acquisire Polkadot sono Kraken, BinanceCrypto Bittrex.

Dove conservare DOT token

Dopo aver acquisito i token DOT da uno degli Exchange che ne permettono l’acquisto è quello di convogliare gli stessi token all’interno di un wallet.

Il wallet, lo sappiamo, è un portafoglio virtuale utile a conservare le proprie chiavi pubbliche e private oltre che a trasferire e ricevere denaro. 

Il wallet può essere di due tipologie: la prima, di tipo “Hot” , come i portafogli cloud online,  oppure “Cold” , come i portafogli hardware (ad esempio il Ledger Nano) o i portafogli di carta conservati offline.

Previsioni Polkadot per il 2021

Le previsioni della quotazione di Polkadot (DOT) per il restante 2021 sono piuttosto rosee. Premesso che DOT di Polkadot non è una criptovaluta classica, ma è utile per l'interazione tra blockchain, risolvendo un problema tecnologicamente così rilevante, molti pensano che DOT possa diventare una moneta sempre più usata anche nei prossimi anni, premiando chi ne vorrebbe fare un uso speculativo (e non propriamente “tecnico”). Tra un ritracciamento e l'altro, in rete si vocifera di come DOT dovrebbe agevolmente toccare i 50$ entro fine 2021. Molto dipenderà dall'andamento di Bitcoin, che come sappiamo traina il mercato delle cripto, ma non stupirebbe se nel 2022 dovesse toccare i 70$ per token.