Kim Dotcom spinge per l’utilizzo di Bitcoin Cash

Molti ricorderanno come, nei primi anni duemila, il programmatore australiano Kim Schimtz, in seguito ribattezzatosi Kim Dotcom avesse ideato il servizio Megaupload. Tale piattaforma aveva rivoluzionato totalmente (anzi, introdotto per la prima volta nella nostra cultura) lo streaming: di colpo, in rete sono finiti milioni di film e programmi televisivi, modificando in toto la nostra routine.

Il 2012, però, ha visto l’arresto del proprietario, che negli anni successivi si è rifatto vivo con altre applicazioni basate su criptovaluta. In particolare, assume un certo rilievo l’idea di KIM, che nelle intenzioni dovrebbe diventare una piattaforma di grande rilievo.

La piattaforma KIM

La piattaforma KIM è stata lanciata nel 2016, contestualmente alla raccolta di 850mila euro durante la relativa vendita di token (all’epoca avvenuta su Bitfinex). Tali token si definiscono “KDC” , dove KDC è l’acronimo di Kim Development Coin.

La piattaforma KIM si pone come mission quella di monetizzare i contenuti digitali, sia da parte di chi li produce sia da parte di coloro che usufruiscono di quel dato contenuto, a prescindere che quest’ultimo sia condiviso su una pagina della rete o su un social media, a formare un sistema nel quale creatori e consumatori possano utilizzare una singola piattaforma nella quale accedere e scaricare i contenuti.

La piattaforma, del resto, sembra essere fatta su misura per le nuove tecnologie, basandosi su diversi sistemi e blockchain integrate, come ad esempio Bitcoin e Lightning Network, oltre a Liquid Network.

L’implementazione di Bitcoin Cash

E’ di poche settimane or sono l’integrazione di Bitcoin Cash sulla piattaforma, il cui lancio è previsto entro la fine del 2021. L’utilizzo di questa moneta permetterà alla piattaforma KIM di avere maggiore velocità e  fee estremamente basse, in linea con le caratteristiche della celebre variante di Bitcoin.

Kim Dotcom in favore di Bitcoin Cash

L’eclettico attivista australiano, del resto, nelle intenzioni sembra fare sul serio, dato che è eloquente un suo tweet nel quale afferma che si sta ufficialmente unendo agli sforzi di rendere BCH la principale soluzione di denaro elettronico. Ha inoltre promesso che aiuterà ad accelerare l’uso della moneta nel mondo reale e con i venditori online, nonché di aumentare la base di utenti della moneta.

Ha anche espresso le sue opinioni sul motivo per cui BCH è migliore di BTC, sottolineando che ha commissioni più basse, transazioni veloci, è sicuro ed è molto facile da usare. Ha concluso notando che BCH ha spuntato tutte le caselle quando ha condotto la sua ricerca alla ricerca della moneta da supportare, aggiungendo che BCH era già stato implementato con oltre 100.000 fornitori, con il numero in rapida crescita.

In seguito, ha poi rilasciato una intervista in cui afferma che  “La mia opinione è che l’uso delle crypto è in aumento e BCH è in una buona posizione per accumulare quote di mercato. Per me è semplice: più utenti si ha, più valore si ha. I vincitori della corsa crypto saranno decisi dai commercianti e dagli utenti. Bisogna concentrarsi sulla questione fondamentale: Cosa vogliono i venditori e gli utenti? Commissioni basse, transazioni veloci, alta sicurezza e facilità d’uso”.